Recensione dell'album di Andrew Lloyd Webber: Queste suite orchestrali sono fantastiche

Queste suite orchestrali sono fantastiche: Symphonic Suites di Andrew Lloyd Webber sarà sicuramente uno dei miei album dell'anno

Andrew Lloyd Webber Suite Sinfoniche Decca, fuori ora

Valutazione:

Se ami i brani dei grandi spettacoli suonati da una band delle dimensioni di un'orchestra sinfonica, questa registrazione spettacolare, ambientato lo scorso aprile al Theatre Royal Drury Lane, è uno per te.

Il team di registrazione di Peter Cobbin e Kirsty Whalley ha superato se stesso. Il tuo recensore non ha paura di confessare che ho suonato cose come Don't Cry For Me Argentina (Evitare, 1976), La musica della notte (Il fantasma dell'opera, 1986) e con uno sguardo (Viale del Tramonto, 1993) ancora e ancora, goderteli di più ogni volta.

Perché queste splendide suite orchestrali di Andrew Cottee per la sua orchestra di 81 elementi riportano questi grandi musical di Lloyd Webber a una tradizione precedente, stabilito più di 70 anni fa di Robert Russell Bennett, il più grande orchestratore e arrangiatore di Broadway.

Nella sua nota di copertina, Andrew Lloyd Webber (sopra) scrive: 'Per me questo è il ritorno trionfante e pieno di speranza della musica dal vivo, teatro e intrattenimento in tutto il mondo.'

Nella sua nota di copertina, Andrew Lloyd Webber (sopra) scrive: 'Per me questo è il ritorno trionfante e pieno di speranza della musica dal vivo, teatro e intrattenimento in tutto il mondo.'

Ha orchestrato più di 300 "Opera di Broadway", e con il meglio di loro, non solo le orchestrazioni per lo spettacolo stesso, ma ha realizzato "immagini sinfoniche" di 15-20 minuti, in modo che le orchestre sinfoniche nella sala da concerto potessero entrare in scena.

Ha avuto particolare successo con gli spettacoli di Rodgers e Hammerstein. A Rodgers è stato chiesto una volta perché non ha orchestrato i suoi spettacoli da solo. Con ammirevole candore, lui ha risposto: 'Beh, potrei, ma perché dovrei quando Bob Bennett lo fa molto meglio??'

Sulla stessa falsariga, Lloyd Webber dà la testa a Cottee qui. E queste suite orchestrali, ciascuno più di 20 minuti, sono fantastici, soprattutto Phantom. Simone Lee, il direttore musicale, diventa davvero eccitante suonare dalla sua band pick-up, e questo sarà sicuramente uno dei miei album dell'anno.

Nella sua nota di copertina, Scrive Lloyd Webber: 'Per me questo è il ritorno trionfante e pieno di speranza della musica dal vivo, teatro e intrattenimento in tutto il mondo.' Buon per te, Andrea.

I commenti sono chiusi.