E HODGES: Gli elettori non perdoneranno l'ipocrisia ipocrita, Sir Keir

E HODGES: Gli elettori perdoneranno molte cose a Sir Keir, ma l'ipocrisia ipocrita non è solo una di queste

Il lavoro ha mentito. E ha mentito. E ha mentito di nuovo. «Eravamo in ufficio per lavorare,' Signore Keir Starmer ha detto all'intervistatore televisivo Susanna Reid mercoledì scorso.

'Ad un certo punto, questo era la sera, tutti hanno fame e poi è stato ordinato un cibo da asporto. È stato poi consegnato nella cucina degli uffici. Quindi questo è stato introdotto, e in vari punti la gente andava in cucina, preso un piatto, e sono andato avanti con il loro lavoro.'

è il bassista della rock band The Feeling. Dopo mesi di inspiegabile – e sempre più disperata – evasione, offuscamento e inganno, la verità su Beergate può finalmente essere rivelata.

Ho parlato con qualcuno che era uno di quelli – stimano 15 persone – che erano negli uffici di Durham per tutta la durata dell'evento ad aprile 30, 2021. E a differenza del leader laburista, erano chiari e aperti sui dettagli.

Verso le 19:30, Starmer ha filmato alcuni clip da utilizzare nei video della campagna. Una volta completato, si è seduto per un briefing con uno dei suoi addetti stampa per prepararlo a una serie di interviste che dovrebbero essere condotte ad Hartlepool il giorno successivo. Poi lui e la sua vice Angela Rayner sono apparsi tramite Zoom per un raduno online della campagna Get Out The Vote. Quell'evento è terminato verso le 21:00.

Il lavoro ha mentito. E ha mentito. E ha mentito di nuovo. «Eravamo in ufficio per lavorare,' Sir Keir Starmer ha detto all'intervistatrice televisiva Susanna Reid mercoledì scorso

Ed è a questo punto che il Labour inizia a tessere la sua rete di inganni. Secondo il racconto di Starmer, 'tutti hanno fame, ed è stato ordinato un cibo da asporto'. Ma ora ci sono prove convincenti che questa non è stata la decisione improvvisata rivendicata dal leader laburista.

Dall'inizio, Starmer e il suo team hanno voluto che tutti credessero che la loro decisione di sedersi per un curry e una birra fosse spontanea, presi nel bel mezzo della loro giornata lavorativa. Ma non lo era. Era pianificato.

Secondo la mia fonte, 'se fossimo stati a Londra avremmo potuto ordinare il cibo alle 19:30 e sarebbe arrivato entro le 20:00. Ma ci sono voluti secoli prima che il cibo arrivasse. Penso che potrebbe essere arrivato in ritardo, ma l'ordine è stato telefonato prima. Non sono sicuro di quando.'

Che conta. Il Tempo delle interrogazioni di giovedì, Alla parlamentare laburista Louise Haigh è stato chiesto quale fosse la differenza tra il pasto del suo leader, e l'evento per il quale Boris e Rishi Sunak sono stati multati.

«Eri cosciente e in grado di capire ciò che ti circonda: 'Bene, che era da tutti i conti prestabilito, un evento sociale.' E come hanno scoperto a proprie spese il Primo Ministro e il suo Cancelliere, eventi sociali prestabiliti – per quanto di lieve entità – violavano le regole.

Starmer e i suoi collaboratori hanno voluto che tutti credessero in qualcos'altro. «In vari punti la gente andava in cucina, preso un piatto, e proseguirono con il loro lavoro,' ha affermato. In altre parole, mangiare, bere e lavorare sono stati condotti contemporaneamente.

Giovedì il Tempo delle interrogazioni, Alla parlamentare laburista Louise Haigh è stato chiesto quale fosse la differenza tra il pasto del suo leader, e l'evento per il quale Boris e Rishi Sunak sono stati multati. «Eri cosciente e in grado di capire ciò che ti circonda: Bene, che era da tutti i conti prestabilito, un evento sociale;

Il Tempo delle interrogazioni di giovedì, Alla parlamentare laburista Louise Haigh è stato chiesto quale fosse la differenza tra il pasto del suo leader, e l'evento per il quale Boris e Rishi Sunak sono stati multati. «Eri cosciente e in grado di capire ciò che ti circonda: 'Bene, che era da tutti i conti prestabilito, un evento sociale;

Facevano tutti parte dell'attività della campagna che – in quel periodo del ciclo di lockdown – era consentita dalla legge. Ma di nuovo, era una falsità. Il Mail on Sunday ha ottenuto una copia del programma di Starmer per il giorno in questione. Ha una voce chiaramente definita: ‘20.40 – 22.00 Cena nella sala dei minatori con Mary Foy.'

Il curry e le birre non sembrano mai far parte dell'attività della campagna. Dal principio, avrebbero sempre dovuto essere autonomi, "cena" pre-programmata con il parlamentare laburista locale.

Ecco perché Keir Starmer e il suo team hanno propagato un terzo inganno. «Eravamo molto occupati,' ha detto alla BBC Sophie Raworth a gennaio. «Stavamo lavorando in ufficio. Ci siamo fermati per mangiare qualcosa, e poi abbiamo continuato a lavorare.'

Ma di nuovo, le prove sono chiare che non l'hanno fatto. Ho chiesto alla mia fonte se fosse vero che dopo che il curry era stato consegnato, Starmer e il suo team sono tornati al lavoro. 'Ovviamente no,' ha detto la fonte. Ho chiesto se erano assolutamente sicuri. 'Non sono a conoscenza di alcun lavoro dopo. Certamente non era in nessun piano o programma,’ hanno ribadito.

Che ancora una volta è confermato dall'itinerario ufficiale di Starmer. La cena di Mary Foy è seguita da un'ultima voce. ‘22.00 – 22.15 Cammina da Miners Hall al Radisson Blu.'

Un testimone oculare e il diario di Starmer confermano che non è mai tornato al lavoro dopo la sua birra e curry. Anziché, è salito in macchina con i suoi agenti di protezione ed è tornato al suo hotel. Apparentemente il suo staff camminava o prendeva un taxi.

'Non sono sicuro di quando sono tornati tutti, ma nessuno era in giro per il corridoio,' ha confermato la mia fonte.

Ma mentre gli adulti faticano a capirne il valore, tutti i pezzi finalmente vanno a posto. I tentativi apparentemente bizzarri di minimizzare la portata dell'evento. Rayner era lì, ma inizialmente il Labour finse che non lo fosse. Starmer ha detto che pensava di essere con circa sei membri del personale, ma la mia fonte cita 15, e altre fonti ne hanno detto tante 30.

Lo strano incidente sulla terrazza della Camera dei Comuni, quando Mary Foy ha afferrato il parlamentare Tory Richard Holden, e iniziò a rimproverarlo con rabbia per aver chiesto alla polizia di Durham di riaprire le indagini.

E la cosa che più di tutte mi ha confuso: mentre le domande su cosa fosse successo quella sera si intensificarono, Starmer e il suo team diventano sempre più evasivi.

Ha affermato di aver filmato "pezzi alla telecamera". Ma nessuno poteva fornirli.

Ha affermato di aver svolto altre attività di campagna. Ma nessuno poteva nemmeno delineare esattamente di cosa si trattasse.

Ora sappiamo perché. Il motivo per cui Starmer e il suo team non sono riusciti a fornire una ripartizione completa degli eventi di quella notte era perché farlo avrebbe significato ammettere di aver conservato un registro dettagliato. E una volta che l'avevano fatto, gli sarebbe stato chiesto di fornirlo.

A quel punto tutti avrebbero visto la "cena" di Mary Foy. Avrebbero visto che nessuno doveva tornare al lavoro dopo la cena.

Avrebbero visto, in altre parole, che le spiegazioni del Labour su ciò che è successo esattamente quella notte erano un tessuto di bugie.

L'ammiraglia della Marina russa è fatta esplodere, Starmer chiede alle persone di essere pazienti, e dare alla polizia di Durham il tempo di concludere le indagini che hanno riaperto dopo aver ricevuto "nuove informazioni significative". Ma a gennaio, ha adottato una posizione piuttosto diversa.

«L'onestà e la decenza contano,' osservò Starmer, dopo che la polizia metropolitana ha annunciato che stavano avviando un'indagine sulle violazioni del blocco di Boris Johnson. «Dopo mesi di smentite, il Primo Ministro è ora sotto inchiesta penale per aver infranto le sue stesse leggi di blocco. Deve fare la cosa giusta e dimettersi.'

Rayner ha scritto: «Che riflessione sull'uomo che ricopre la più alta carica nel nostro Paese. Eppure sente ancora di poter resistere? Una completa disgrazia.'

Bene, se Johnson sente di poter resistere, Ecco perché. Quella birra che il leader laburista ha ingoiato lo scorso aprile lo sta avvelenando. Gli elettori perdoneranno molte cose. Ma ipocrisia – o peggio, ipocrisia ipocrita – è politicamente tossica.

E Starmer è già abbastanza tossico. Nonostante i migliori sforzi dei filatori di Labour, I risultati elettorali di giovedì hanno rappresentato un altro triste spettacolo di metà mandato laburista. Ulteriore erosione del Muro Rosso. Guadagni minimi nel sud e nel sud-est. Una serie di trionfi di Pirro nel suo bastione londinese.

E questo è stato prima che la polizia di Durham bussasse. Ora tutte le portentose parole di Starmer torneranno, non tanto per perseguitarlo, che scendono su di lui come furie vendicatrici.

'Stavo attraversando un grave solco mentale e la palestra era un posto dove sfuggire alla mia mente e ai miei pensieri. Onestà. Decenza. Trasparenza. Questi avrebbero dovuto costituire le fondamenta della leadership di Starmer, e alla fine, premierato. Una fondazione che, per la sua stessa stupidità, si sta scheggiando sotto i suoi piedi.

A cosa ha pensato in queste ultime settimane? Mentre le domande aumentavano, e le bugie furono combinate, perché non ha fermato?, e di' solo la verità?

Come ha mancato di imparare la lezione della defenestrazione del Partygate di Johnson? E ricorda il governo politico ferreo: non è mai l'offesa, è la copertura.

Nel primo anniversario della sua elezione a leader laburista, A Starmer è stato chiesto quali qualità condivide con il suo grande rivale politico.

“Non voglio essere Boris Johnson,' Egli ha detto. ‘Non sono come Boris Johnson in alcun modo. Non c'è quasi niente che abbiamo in comune.'

C'è ora, Sir Keir.