L'ingegnere afferma di aver capito dove l'MH370 si è schiantato nell'oceano

L'ingegnere afferma di aver capito dove l'aereo condannato MH370 si è schiantato nell'oceano dopo essere scomparso con 239 persone a bordo – e che le ricerche lo hanno mancato di soli 28 km

  • L'ingegnere aerospaziale Richard Godfrey afferma di aver localizzato dove si trova l'MH370
  • Ha usato una nuova tecnologia chiamata propagazione del segnale debole precedentemente inutilizzata
  • Relitto dell'aereo scomparso in 2014 con 239 a bordo non è mai stato trovato
  • Il punto si trova a soli 28 km da dove una nave statunitense era stata precedentemente perquisita 2018
  • Un ingegnere aerospaziale afferma di aver individuato il luogo esatto in cui Malaysia Il volo delle compagnie aeree MH370 si è schiantato nell'oceano utilizzando una nuova tecnologia.

    L'esperto britannico Richard Godfrey afferma che l'aereo ha colpito l'oceano a 1.993 km a ovest di Perth e giace a 4.000 m sotto la superficie del fondo dell'oceano.

    L'aereo è scomparso a marzo 8, 2014, con 239 persone a bordo. Il relitto non è mai stato trovato nonostante quattro anni, $200milioni di sforzi di ricerca internazionali che coprono più di 120.000 mq – scatenando un mistero duraturo.

    Capitano Zaharie Ahmad Shah (nella foto con carne e una mannaia) era il pilota in comando quando l'aereo che trasportava 238 altri passeggeri e membri dell'equipaggio sono scomparsi a marzo 8, 2014

    Capitano Zaharie Ahmad Shah (nella foto con carne e una mannaia) era il pilota in comando quando l'aereo che trasportava 238 altri passeggeri e membri dell'equipaggio sono scomparsi a marzo 8, 2014

    Mr Godfrey afferma che l'aereo si trova sul fondo dell'oceano in un'area alla base dell'altopiano sottomarino di Broken Ridge (nella foto)

    Mr Godfrey afferma che l'aereo si trova sul fondo dell'oceano in un'area alla base dell'altopiano sottomarino di Broken Ridge (nella foto)

    Mr Godfrey afferma che una precedente ricerca ha mancato il luogo dell'incidente di soli 28 km e spera che il suo rapporto pubblicato martedì stimolerà una nuova caccia il prossimo anno.

    La posizione è nella stessa area in cui anche il capo dell'oceanografia dell'Università dell'Australia occidentale, la professoressa Charitha Pattiaratchi, afferma che l'aereo riposa.

    Ha impiegato una nuova tecnologia chiamata propagazione del segnale debole, originariamente sviluppato per la radio digitale, che descrive come un "gruppo di cavi che funzionano in ogni direzione dall'orizzonte all'altro lato del globo".

    Mentre gli aerei volano attraverso questi "cavi da viaggio"’ il segnale è interrotto.

    Ha testato questo metodo usando diversi "ciechi"’ voli che non sono stati tracciati nel modo consueto e afferma che i dati hanno tracciato accuratamente i percorsi di volo.

    L'MH370 aveva anche un sistema di comunicazione satellitare che utilizzava i satelliti britannici Inmarsat che tracciavano la posizione dell'aereo ogni ora.

    un Boeing 777 flaperon abbattuto per corrispondere a quello del volo MH370 trovato sull'isola di Reunion al largo della costa africana in 2015, si cala in acqua per scoprirne le caratteristiche di deriva

    un Boeing 777 flaperon abbattuto per corrispondere a quello del volo MH370 trovato sull'isola di Reunion al largo della costa africana in 2015, si cala in acqua per scoprirne le caratteristiche di deriva

    Mr Godfrey ha detto che le due tecnologie, se usati insieme, può fornire "un buon risultato"’ nel tracciare un aereo.

    'Insieme i due sistemi possono essere utilizzati per rilevare, identificare e localizzare l'MH370 durante la sua traiettoria di volo nell'Oceano Indiano meridionale,’ Egli ha detto.

    Sostiene che l'aereo si troverebbe sopra o vicino all'ultimo segnale satellitare, che può essere supportato e perfezionato dai dati di propagazione del segnale debole.

    Secondo il suo rapporto, l'aereo si è schiantato circa un minuto dopo l'ultimo collegamento satellitare alle 8.19 sull'Oceano Indiano e l'aereo si è fermato alla base di Broken Ridge – un altopiano oceanico in una zona ricca di anfratti e un vulcano sottomarino.

    Questa posizione 33.177°S 95.300°E non si trovava nell'area di ricerca originale definita dall'Australian Transport Seafety Bureau in 2015.

    Ma è nella parte settentrionale del 2016 area di ricerca estesa di 120.000 kmq.

    Una ricerca in 2018 dalla corsa statunitense Ocean Infinity ha mancato la posizione di soli 28 km.

    Un grafico che mostra la traiettoria di volo dell'aereo, e dove si pensa sia scomparso

    Un grafico che mostra la traiettoria di volo dell'aereo, e dove si pensa sia scomparso

    I ricercatori dell'Università di Cardiff hanno analizzato i dati che i registratori di suoni (stazione HA01 e HA08) raccolto la notte dell'incidente e ha suggerito due nuove possibili vie di schianto - uno verso l'ovest dell'Australia (percorso uno) e uno verso il Madagascar (percorso due)

    I ricercatori dell'Università di Cardiff hanno analizzato i dati che i registratori di suoni (stazione HA01 e HA08) raccolto la notte dell'incidente e ha suggerito due nuove possibili vie di schianto – uno verso l'ovest dell'Australia (percorso uno) e uno verso il Madagascar (percorso due)

    Ha detto che questa posizione si adatta anche alle informazioni esistenti come altri dati satellitari, specifiche di ingegneria aeronautica, il tempo, e dove il 33 sono stati trovati pezzi di detriti recuperati dall'aereo.

    Il loro mistero ha scatenato una serie di speculazioni e teorie del complotto.

    Dopo che l'aereo è scomparso, Gli investigatori malesi hanno dato pubblicamente il via libera al capitano Zaharie Shah.

    Gli sforzi di ricerca si sono concentrati su aree in cui un "aereo fantasma"’ – che continua a volare senza che nessuno possa controllarla – avrebbe potuto raggiungere prima di rimanere senza carburante e ricadere sulla terra.

    La ricerca sulla possibile traiettoria dell'aereo basata sulla consapevolezza che i piloti erano morti – o in qualche modo incapace – prima che l'aereo precipitasse.

    Sotto quello scenario, l'aereo avrebbe continuato il suo percorso prefissato, ma l'azione deliberata di un pilota per far schiantare l'aereo significava che sarebbe potuto scendere molto al di fuori delle aree che erano state perquisite fino a quel momento.

    Ma l'ex primo ministro australiano Tony Abbott all'inizio 2020 ha affermato che la Malesia ha segretamente concluso che il pilota al timone del volo condannato MH370 ha fatto schiantare deliberatamente l'aereo.

    Il signor Abbott ha affermato in modo sensazionale che gli è stato detto da quelli ai "livelli molto alti"’ del governo malese pochi giorni dopo la tragedia che questa era la teoria principale.

    Pubblicamente, l'indagine del governo malese è rimasta inconcludente, ma in privato, Il signor Abbott ha affermato che quelli al vertice conoscevano la vera spiegazione entro una settimana dalla sua scomparsa, ma ha detto che le squadre di ricerca non sono mai state informate.

    Caterina Gang, il cui marito Li Zhi era a bordo del volo Malaysia Airlines MH370, tiene uno striscione mentre cammina fuori dal tempio di Yonghegong Lama dopo un raduno di familiari dei passeggeri scomparsi a Pechino, a marzo 8, 2015

    Caterina Gang, il cui marito Li Zhi era a bordo del volo Malaysia Airlines MH370, tiene uno striscione mentre cammina fuori dal tempio di Yonghegong Lama dopo un raduno di familiari dei passeggeri scomparsi a Pechino, a marzo 8, 2015

    'La mia comprensione molto chiara, dai livelli molto alti del governo malese è quello da molto, molto presto, pensavano fosse omicidio-suicidio da parte del pilota,’ Il signor Abbott ha detto a un documentario di Sky News.

    Il signor Abbott ha chiesto che fosse condotta una nuova ricerca per l'aereo dicendo che se c'erano aree non precedentemente ricercate perché le squadre stavano lavorando sul presupposto che il pilota non avesse deliberatamente abbattuto l'aereo.

    "Se c'è una parte di quell'oceano che avrebbe potuto essere raggiunta su quella base che non è stata ancora esplorata", usciamo ed esploriamolo,’ Egli ha detto.

    Altre idee che galleggiavano all'epoca includevano un tentativo di dirottamento, un incendio a bordo o un guasto catastrofico al motore, ma quelle teorie hanno sollevato interrogativi sul motivo per cui un segnale di soccorso non è mai stato inviato.

    COSA È SUCCESSO A MH370? ALCUNE TEORIE SUL MISTERO ESAMINATE

    Zaharie Ahmad Shah (nella foto) era il pilota del volo condannato

    Zaharie Ahmad Shah (nella foto) era il pilota del volo condannato

    IL PILOTA HA DIROTTO IL SUO AEREO??

    Il pilota Zaharie Ahmad Shah ha pianificato l'omicidio di massa a causa di problemi personali, bloccare il suo copilota fuori dalla cabina di pilotaggio, chiudendo tutte le comunicazioni, depressurizzare la cabina principale e quindi disabilitare l'aereo in modo che continui a volare con il pilota automatico fino a quando non ha esaurito il carburante.

    Questa era la teoria popolare nelle settimane dopo la scomparsa dell'aereo.

    I suoi problemi personali, voci a Kuala Lumpur ha detto, incluso una rottura con sua moglie Fizah Khan, e la sua furia che un parente, leader dell'opposizione Anwar Ibrahim, era stato condannato a cinque anni di carcere per sodomia poco prima di imbarcarsi sull'aereo per il volo per Pechino.

    Ma la moglie del pilota ha negato con rabbia qualsiasi problema personale e altri membri della famiglia e i suoi amici hanno detto che era un devoto padre di famiglia e amava il suo lavoro.

    Questa teoria è stata anche la conclusione del primo studio indipendente sul disastro condotto dall'investigatore di incidenti aerei con sede in Nuova Zelanda, Ewan Wilson.

    Wilson, il fondatore di Kiwi Airlines e lui stesso pilota commerciale, arrivato alla conclusione scioccante dopo aver considerato "ogni scenario alternativo immaginabile".

    però, non è stato in grado di fornire alcuna prova conclusiva a sostegno della sua teoria.

    Le affermazioni sono contenute nel libro "Buonanotte Malaysian 370", che Wilson ha scritto insieme al giornalista neozelandese, Geoff Taylor.

    Si dice anche che Zaharie abbia usato un simulatore di volo a casa sua per tracciare un percorso verso un'isola remota.

    però, funzionari di Kuala Lumpur hanno dichiarato che la polizia malese e gli esperti tecnici dell'FBI non avevano trovato nulla che suggerisse che stesse pianificando di dirottare il volo dopo aver esaminato attentamente il suo simulatore di volo.

    E ci sono anche teorie che ta tragica scomparsa potrebbe essere stato un atto eroico di sacrificio da parte del pilota.

    L'appassionato di aviazione australiano Michael Gilbert crede che l'aereo condannato abbia preso fuoco durante il volo, costringere il pilota a tracciare una rotta lontano da aree densamente popolate.

    SE NON IL PILOTA, ERA IL CO-PILOTA RESPONSABILE DEL MISTERO?

    Co-pilota Fariq Abdul Hamid, 27, ancora per problemi personali, era sospettato dai diffusori di voci di aver sopraffatto il pilota e disabilitato l'aereo, volando verso il suo destino con l'equipaggio e i passeggeri incapaci di attraversare la porta della cabina di pilotaggio chiusa a chiave.

    I teorici hanno avanzato l'ipotesi che avesse problemi di relazione e che questo fosse il suo modo drammatico di togliersi la vita.

    Ma era fidanzato con il capitano Nadira Ramli, 26, un collega pilota di un'altra compagnia aerea, e amava il suo lavoro. Non ci sono ragioni note per cui abbia intrapreso un'azione fatale.

    Ci sono state una serie di teorie stravaganti sulla scomparsa dell'aereo

    Ci sono state una serie di teorie stravaganti sulla scomparsa dell'aereo

    Altri hanno suggerito che, poiché era noto per aver invitato occasionalmente giovani donne nella cabina di pilotaggio durante un volo, lo aveva fatto questa volta e qualcosa era andato storto.

    La giovane Jonti Roos ha detto a marzo di aver trascorso un intero volo in 2011 nella cabina di pilotaggio intrattenuti da Hamid, chi fumava?.

    L'interesse per il copilota è stato rinnovato quando è stato rivelato che era l'ultima persona a comunicare dalla cabina di pilotaggio dopo che il sistema di comunicazione è stato interrotto.

    I RUSSI HANNO RUBATO L'MH370 E FAR VOLARE IL JET IN KAZAKISTAN?

    Un esperto ha rivendicato la scomparsa del volo Malaysia Airlines 370 è stato dirottato per ordine di Vladimir Putin ed è atterrato segretamente in Kazakistan.

    Jeff Wise, a U.S. scrittore scientifico che ha guidato la copertura della CNN sul Boeing 777-200E, ha basato la sua stravagante teoria sui ping che l'aereo ha emesso per sette ore dopo la sua scomparsa, che sono stati registrati dalla società di telecomunicazioni britannica Inmarsat.

    Wise crede che i dirottatori siano "spoofati"’ i dati di navigazione dell'aereo per far sembrare che sia andato in un'altra direzione, ma l'ho volato al cosmodromo di Baikonur, che è affittato dal Kazakistan dalla Russia.

    però, Wise ammette sul New York Magazine di non sapere perché Vladimir Putin vorrebbe rubare un aereo pieno di gente e che la sua idea è un po' "pazza".

    Wise ha anche notato che a bordo del volo c'erano tre uomini russi, due di loro titolari di passaporto ucraino.

    Gli esperti di disastri aerei hanno analizzato i dati satellitari e scoperto – come i dati registrati da Inmarsat – che l'aereo ha volato per ore dopo aver perso il contatto.

    Un attento esame delle prove ha rivelato che l'MH370 ha compiuto tre turni dopo l'ultima chiamata radio, prima una svolta a sinistra, poi altri due, prendendo l'aereo verso ovest, poi a sud verso l'Antartide.

    MH370 È STATO UTILIZZATO DA TERRORISTI PER UN ATTACCO SUICIDIO ALLA MARINA CINESE

    Questa straordinaria affermazione è arrivata dalla velista britannica di 41 anni Katherine Tee, da Liverpool, il cui racconto iniziale di aver visto quello che pensava fosse un aereo in fiamme nel cielo notturno ha fatto notizia in tutto il mondo.

    All'arrivo a Phuket in Thailandia dopo aver attraversato l'Oceano Indiano da Cochin, sud dell'India con suo marito, lei disse: 'Ho potuto vedere la sagoma dell'aereo – sembrava più lungo di quanto non facciano di solito gli aerei. C'era quello che sembrava essere fumo nero che usciva da dietro.’

    La descrizione generale della signora Tee del tempo e del luogo era vaga e ha perso ogni credibilità quando in seguito ha dichiarato sul suo blog che credeva che l'MH370 fosse un aereo kamikaze che mirava a una flottiglia di navi cinesi ed è stato abbattuto prima che potesse schiantarsi contro le navi.

    Senza una prova concreta dei dati satellitari, ha scritto sul suo blog, Marinaio impertinente, l'aereo che ha visto stava volando a bassa quota verso il convoglio militare che lei e suo marito avevano visto nelle ultime notti. Ha aggiunto che la ricerca su Internet ha mostrato che una flottiglia cinese era nella zona in quel momento.

    Mentre i detriti hanno dimostrato che l'aereo è precipitato nell'Oceano Indiano, la posizione del principale relitto sottomarino - e dei suoi cruciali registratori di dati a scatola nera - rimane ostinatamente sfuggente.

    Mentre i detriti hanno dimostrato che l'aereo è precipitato nell'Oceano Indiano, la posizione del principale relitto sottomarino - e dei suoi cruciali registratori di dati a scatola nera - rimane ostinatamente sfuggente.

    IL JET ATTERR IN ACQUA ED È STATO VISTO GALLEGGIARE SUL MARE DELLE ANDAMANE

    Su un volo da Jeddah a Kuala Lumpur che ha attraversato il Mare delle Andamane a marzo 8, La donna malese Raja Dalelah, 53, ha visto quello che credeva fosse un aereo seduto sulla superficie dell'acqua.

    Non sapeva della ricerca che era stata avviata per MH370. Ha allertato una hostess che le ha detto di tornare a dormire.

    "Sono rimasto scioccato nel vedere quella che sembrava la coda e l'ala di un aereo sull'acqua,’ lei disse.

    Fu solo quando raccontò ai suoi amici all'atterraggio a Kuala Lumpur ciò che aveva visto che seppe del jet scomparso. Aveva visto l'oggetto verso le 14:30, ora della Malesia.

    Ha detto di essere stata in grado di identificare diverse navi e isole prima di notare l'oggetto d'argento che ha detto essere un aereo.

    Ma la sua storia è stata derisa dai piloti che hanno detto che sarebbe stato impossibile vedere parte di un aereo in acqua da 35.000 piedi o sette miglia.

    La signora Raja ha presentato un rapporto ufficiale alla polizia lo stesso giorno e ha mantenuto la sua storia.

    'So cosa ho visto,’ lei disse.

    L'AEROMOBILE HA SUBITO UN CATASTROFICO GUASTO DEI SISTEMI E È ATTERRATO SULL'OCEANO

    Un evento catastrofico come un incendio che ha disabilitato gran parte dell'attrezzatura ha portato i piloti a riportare l'aereo verso la penisola malese nella speranza di atterrare all'aeroporto più vicino.

    Dati satellitari, credibile o no, suggerisce che l'aereo ha fatto una virata e i teorici dicono che non ci sarebbe motivo per i piloti di cambiare rotta a meno che non si trovino di fronte a un'emergenza.

    Un incendio in un Boeing simile 777 jet parcheggiato all'aeroporto del Cairo in 2011 è stato scoperto che è stato causato da un problema con il tubo di alimentazione della maschera di ossigeno del primo ufficiale.

    La legge di Stewart, che ha litigato in una serie di recenti disastri aerei, crede che l'aereo si sia schiantato dopo un incendio – simile all'incendio sulla pista dell'aeroporto del Cairo – scoppiata nella cabina di pilotaggio.

    Dopo un'indagine sull'incendio del Cairo, Direzione centrale per le indagini sugli incidenti aerei in Egitto (EAAICD) hanno pubblicato il loro rapporto finale che ha rivelato che l'incendio ha avuto origine vicino al tubo di alimentazione della maschera di ossigeno del primo ufficiale.

    La causa dell'incendio non può essere determinata in modo definitivo, ma gli investigatori hanno individuato un problema con il tubo della cabina di pilotaggio utilizzato per fornire ossigeno all'equipaggio in caso di decompressione.

    Seguendo il 2011 fuoco, I proprietari di aerei statunitensi sono stati incaricati di sostituire il sistema – è stato stimato per il costo $2,596 (£ 1.573) per aereo. Non si sapeva se Malaysia Airlines avesse effettuato la modifica.

    Se uno dei due piloti volesse far schiantare l'aereo, perché girarlo?? Quindi l'inversione di tendenza suggerisce che stavano cercando di atterrare il prima possibile a causa di un'emergenza.

    GLI STATI UNITI ABBATTONO L'AEREO TIMORE UN ATTACCO TERRORISTICO A DIEGO GARCIA

    Il Boeing 777 fu abbattuto dagli americani che temevano che l'aereo fosse stato dirottato e stesse per essere usato per attaccare gli Stati Uniti. base militare sull'atollo di Diego Garcia nell'Oceano Indiano. Così sostengono i teorici della cospirazione.

    E l'ex direttore della compagnia aerea francese Marc Dugain ha affermato di essere stato avvertito dall'intelligence britannica che stava correndo dei rischi indagando su questo punto di vista.

    Non c'è modo di verificare se Dugain abbia ricevuto un simile avvertimento o perché crede che gli americani abbiano abbattuto l'aereo.

    Ma aggiungendo alla teoria che l'aereo è stato portato a Diego Garcia, o dal pilota Zaharie o da un dirottatore, era l'affermazione che sul simulatore di volo di casa del pilota era una "pratica"’ volo per l'isola.

    Il professor Glees ha detto: "Gli americani non avrebbero alcun interesse a fare qualcosa del genere e non dirlo al mondo".

    'In teoria, potrebbero voler abbattere un aereo che pensavano li stesse attaccando, ma non si limiterebbero a sparare missili, lo indagherebbero prima con i combattenti e si renderebbero presto conto che anche se dovesse essere abbattuto, il mondo avrebbe bisogno di sapere.’

    Il signor Rosenschein ha detto: 'Gli Stati Uniti. non avrebbe potuto nascondere questo fatto e comunque, se fosse vero, avrebbero ammesso la loro azione in quanto avrebbe impedito un'azione terroristica di successo in questa occasione e avrebbe agito come deterrente per futuri attacchi terroristici.’

    Annuncio pubblicitario

    I commenti sono chiusi.