Ora gli attivisti boicottano The Big Issue a causa dell'intervista a Rachel Riley

Ora gli attivisti di estrema sinistra boicottano The Big Issue perché ha pubblicato un'intervista con la star di Countdown Rachel Riley in cui ha sostenuto gli sforzi di Sir Keir Starmer per eliminare l'antisemitismo dai laburisti

  • Rachel Riley, 35, attivisti arrabbiati quando The Big Issue ha rilasciato un'intervista con lei
  • Alcuni hanno esortato gli altri a boicottare la rivista a causa del pezzo della star di Countdown
  • I gruppi di sinistra che chiedono il boicottaggio della pubblicazione si sono detti "delusi"’
  • Nel pezzo, la signora Riley ha affermato di aver appoggiato gli sforzi di Keir Starmer contro l'antisemitismo
  • Gli attivisti di sinistra chiedono il boicottaggio di The Big Issue perché ha pubblicato un'intervista con la star di Countdown Rachel Riley in cui ha espresso sostegno a Sir Keir Starmergli sforzi per eliminare il lavoro dall'antisemitismo.

    Simone Maginn, che sostiene il predecessore di Sir Keir Jeremy Corbyn, ha twittato di aver scritto a Lord Bird, chi ha co-fondato la rivista 30 anni fa per aiutare a raccogliere fondi per i senzatetto, per protestare contro l'inclusione della signora Riley.

    "Molto deluso dal fatto che @BigIssue abbia pubblicato quel pezzo di Rachel Riley,' scrisse.

    Rachel Riley, 35, che ha radici ebraiche ed è incinta di otto mesi del suo secondo figlio, ha parlato degli abusi antisemiti che ha subito

    Rachel Riley, 35, che ha radici ebraiche ed è incinta di otto mesi del suo secondo figlio, ha parlato degli abusi antisemiti che ha subito

    'Adesso ti boicotterò finché non mi offrirai il diritto di replica. Ci sono molti altri modi per aiutare i senzatetto. Non sosterrò né difenderò l'odio, e nemmeno tu dovresti.'

    Jackie Walker, un ex funzionario del gruppo pro-Corbyn Momentum che è stato espulso dal Labour per accuse di antisemitismo, twittato: 'Questo è il motivo per cui non dovresti comprare di nuovo Big Issue.'

    la signora Riley, 35, che ha radici ebraiche ed è incinta di otto mesi del suo secondo figlio, ha parlato degli abusi antisemiti che ha subito.

    Dalla pubblicazione dell'intervista, la signora Riley è stata definita uno "scellino sionista",una strega di destra¿ e una disgustosa donna malvagia¿

    Dalla pubblicazione dell'intervista, la signora Riley è stata definita uno "scellino sionista".,"Una megera di destra" e una "disgustosa donna malvagia"

    In un'intervista all'ultimo Big Issue, dice che Sir Keir ha "un duro lavoro per cercare di riportare il suo partito a quello che era" e suggerisce che lui e i suoi membri di testa "sanno che non sono eleggibili" a meno che non lo liberino dall'antisemitismo.

    Da quando è stato pubblicato, i troll hanno descritto la signora Riley, ambasciatrice del gruppo della campagna Center For Countering Digital Hate, come uno "sceriffo sionista".,"Una megera di destra" e una "disgustosa donna malvagia".

    Uno ha anche affermato: "I senzatetto stanno soffrendo a causa di Rachel Riley."

    Lord Austin, un ex ministro del Lavoro che si è dimesso dal partito in 2019 sulla sua "cultura dell'estremismo e dell'antisemitismo", ha respinto le richieste di boicottaggio.

    Jackie Walker, un ex funzionario del gruppo pro-Corbyn Momentum che è stato espulso dal Labour per accuse di antisemitismo, ha twittato che le persone non dovrebbero comprare di nuovo The Big Issue

    Jackie Walker, un ex funzionario del gruppo pro-Corbyn Momentum che è stato espulso dal Labour per accuse di antisemitismo, ha twittato che le persone non dovrebbero comprare di nuovo The Big Issue

    ‘Queste persone sono una completa disgrazia,' Egli ha detto.

    "Preferirebbero che i senzatetto perdessero e soffrissero la fame perché The Big Issue contiene un'intervista con Rachel Riley", che odiano perché ha fatto una campagna contro il razzismo.

    'Spero che tutti faranno di tutto per comprare una copia questo mese.'

    Il deputato laburista Neil Coyle ha detto: "Chiunque suggerisca di non accettare The Big Issue e di ignorare i senzatetto perché espone anche il razzismo, rivela come queste persone abbiano affondato i laburisti e perché non si debba mai più ritenere che non siano altro che una setta di fazioni".

    Crossbecher Lord Bird, 75, una volta era nel Partito Rivoluzionario dei Lavoratori di estrema sinistra. Apparentemente neutrale, Il grande problema è visto come di sinistra.