Pen Farthing racconta gli orrori che ha visto a Kabul

"Non potevo lasciare che i miei cani venissero fucilati": Pen Farthing ha diviso l'opinione sul salvataggio dei suoi animali dall'Afghanistan, ma rivela la verità sulle sue battaglie con il Ministero della Difesa, le sue lacrime per il personale che ha lasciato e gli orrori che ha visto a Kabul

  • Pen Farthing è passato attraverso il filo spinato controllato dai talebani nell'aeroporto di Kabul
  • Sab per più di 24 ore in un hangar in aeroporto in attesa di un aereo per portarlo via
  • L'ex marine britannico ha ricordato l'angoscia e l'incertezza di lasciare Kabul
  • Quando l'ex marine britannico Pen Farthing è finalmente passato attraverso il passaggio di filo spinato controllato dai talebani nell'aeroporto di Kabul con il suo... 150 cani e gatti dal suo ente di beneficenza per il salvataggio degli animali quattro giorni fa, ha ricevuto un messaggio che fa riflettere.

    "Era dal mio amico Dave che gestiva una società di sicurezza a Kabul. È uscito letteralmente due ore prima di me, ma ha tenuto il suo recinto e ha lasciato i suoi due cani da compagnia con il personale.

    'Ha mandato un messaggio, "I bastardi hanno appena sparato a Bruto". Hanno fatto il giro del complesso, ho visto i cani, li ho trascinati dentro l'apertura e li ha sparati'.’

    Penna, 52, ha detto che è rimasto seduto per più di 24 ore in un hangar all'aeroporto di Kabul in attesa dell'aereo che lo avrebbe portato alla prima tappa del suo viaggio nel Regno Unito con l'immagine terribile dei cani macellati che "suonavano continuamente nella mia testa".

    Ricorda l'angoscia e l'incertezza di lasciare Kabul ed è visibilmente addolorato quando parla del destino di tanti afghani rimasti indietro.

    Penna Farthing (nella foto con la moglie Kaisa Markhus), che ha attraversato la porta di filo spinato controllata dai talebani nell'aeroporto di Kabul con il suo 150 cani e gatti dal suo ente di beneficenza per il salvataggio degli animali quattro giorni fa, ha ricordato l'angoscia e l'incertezza di lasciare la capitale afghana

    Penna Farthing (nella foto con la moglie Kaisa Markhus), che ha attraversato la porta di filo spinato controllata dai talebani nell'aeroporto di Kabul con il suo 150 cani e gatti dal suo ente di beneficenza per il salvataggio degli animali quattro giorni fa, ha ricordato l'angoscia e l'incertezza di lasciare la capitale afghana

    "All'aeroporto le truppe britanniche sono dalla parte interna del filo spinato",’ ha spiegato ieri nella sua prima intervista completa da quando ha lasciato il Regno Unito per la Norvegia per ricongiungersi con la sua nuova moglie, Kaisa, 30, che sono fuggiti dalla loro casa a Kabul due settimane fa.

    "Puoi parlare con loro ma non possono fare nulla mentre i talebani controllano le persone sotto tiro".

    "Il popolo afghano era lì con tutti i suoi averi in fila". C'era un ragazzo di cui non gli piacevano le scartoffie, quindi sono tipo, 'Dai, fuori', con un fucile AK nella schiena. Stavo solo guardando questo ragazzo che cercava di salutare sua moglie e i suoi figli mentre veniva trascinato via sotto tiro…’

    La disperazione è scritta in grande sul suo viso e i suoi occhi sono offuscati da tutto ciò che ha visto.

    'Dove l'hanno portato non lo so,’ lui continua. 'Penso di aver pianto più negli ultimi cinque o sei giorni di quanto non abbia fatto da quando avevo quattro anni. Sono solo insensibile con esso.

    "Penso che ci vorrà molto tempo per togliermi dalla testa di dover dire addio ai due membri dello staff che hanno guidato il camion per farmi entrare in aeroporto lungo strade appena fiancheggiate da persone. C'erano migliaia e migliaia di loro nei campi di fortuna che aspettavano il loro turno per cercare di entrare in aeroporto – donne, bambini…

    "E avresti dovuto vedere la miseria umana in quell'hangar - i beni che la gente aveva lasciato dietro - le fotografie", cappelli, giocattoli per bambini.

    "Ero seduto in mezzo a tutto ciò quando qualcuno ha twittato del mio sproloquio" [al consigliere speciale del ministro della Difesa Ben Wallace, Peter Quentin].’

    Il furioso messaggio della segreteria telefonica che è trapelato ai media nel fine settimana ha dominato la copertura delle notizie come sorprendente, battaglia tossica tra questo uomo straordinario e il Ministero della Difesa ha infuriato come, letteralmente, Kabul è bruciata.

    'Non ricordo nemmeno di averlo fatto,’ dice Pen. "Me ne ero completamente dimenticato finché qualcuno non mi ha inviato un tweet che diceva", 'Lo sfogo esplosivo di Pen Farthing...’ ho pensato, 'Di che diavolo stanno parlando??’

    Il signor Farthing è tornato nel Regno Unito la scorsa notte con il suo serraglio di animali salvati dall'organizzazione benefica Nowzad

    Il signor Farthing è tornato nel Regno Unito la scorsa notte con il suo serraglio di animali salvati dall'organizzazione benefica Nowzad

    I cani salvati iniziano la loro quarantena

    I cani salvati iniziano la loro quarantena

    I cani salvati (sinistra e destra) hanno iniziato la loro quarantena in un santuario in Gran Bretagna

    "Era una cosa del momento". Avevamo bisogno di documenti per il nostro personale e le loro famiglie per poter andare in aeroporto.

    "Peter Quentin mi aveva detto sei giorni prima che il personale fosse autorizzato a lasciare il paese, ma...", per qualsiasi ragione, non mi darebbero le scartoffie.

    "Puoi immaginare che la finestra tra dove eravamo e quando gli americani si ritiravano diventava sempre più piccola, mi stavo piuttosto stressando.

    "Quentin era l'unica persona per cui avevo un numero di telefono. Immagino sia per questo che ha preso entrambe le canne. Per quanto riguarda la persona che ha deciso di rilasciare quel messaggio vocale, se questa è la loro priorità nella vita lasciali andare avanti.

    'Mi sono scusato per la lingua che ho usato, ma questo è tutto.

    "Non sono preoccupato per quello che un politico sta dicendo di me". Non è sul mio radar. Quello che ho sul radar è che questo ritiro sconsiderato ha distrutto un paese da un giorno all'altro ed è costato innumerevoli vite.’

    Pen potrebbe scusarsi per il suo linguaggio e per la perdita di autocontrollo, ma non per gli sforzi che ha fatto per salvare il personale che, a lui, erano come una famiglia. Com'era, ci sono voluti sei giorni per completare le scartoffie.

    Hanno immediatamente imballato cani e gatti, mettere mogli e figli su un autobus e dirigersi in un convoglio verso l'aeroporto. Era una missione che pochi pensavano avrebbe portato a termine in una città che stava cadendo a pezzi mentre i talebani vagavano per le strade con i fucili d'assalto Kalashnikov.

    Ma Pen, che ha lasciato i Royal Marines in 2009, ha lo spirito del commando scritto attraverso di lui -e un marine non si arrende mai. Miracolosamente, ha negoziato il passaggio per due camion carichi di animali in gabbia e un autobus carico di afghani attraverso due posti di blocco talebani fino al comandante al cancello sud - solo per essere impedito di entrare.

    Segugi sani e salvi

    L'operatore animale culla uno dei cani dopo il suo arrivo in Galles

    L'operatore animale culla uno dei cani dopo il suo arrivo in Galles

    Cullando tra le braccia la pallina di lanugine, un operatore di carità animale guarda con tenerezza la sua nuova carica.

    Gli animali che sono arrivati ​​al Wales Ape and Monkey Sanctuary a Powys, sono solo alcuni dei quasi 100 cani e 70 gatti salvati a Kabul da Pen Farthing che hanno iniziato la quarantena nei santuari in tutto il Regno Unito.

    Saranno accuditi fino a quando non potranno andare in famiglie adottive.

    Lozzas Lurcher Rescue nell'Hertfordshire ha dichiarato che il loro "carico prezioso"’ era stato "ben curato"’ di Mr Farthing.

    Annuncio pubblicitario

    Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva cambiato le regole solo tre ore prima permettendo solo a chi aveva passaporti e visti di controllare il numero crescente all'interno dell'aeroporto.

    ‘Eravamo dentro, tutti noi dentro con le scartoffie giuste, ma eravamo in ritardo di tre ore. Biden aveva cambiato le regole.’

    Scuote la testa. Tre maledette ore: se avessero tirato fuori il dito e ci avessero consegnato i documenti solo un giorno prima, il mio staff sarebbe uscito con me.’

    Incontro Pen con sua moglie in una splendida giornata di sole nel parco di un hotel di quarantena a Oslo dove deve trascorrere tre giorni essendo stato in un paese della lista rossa. Kaisa è a Oslo da quando ha lasciato Kabul su un volo norvegese della misericordia 12 giorni fa.

    Come la sposa di un norvegese, Pen può lasciare l'hotel dopo tre giorni se risulta negativo al Covid. Può quindi finire il suo periodo di quarantena di dieci giorni con Kaisa nella casa della sua famiglia. È consentito anche ai visitatori ma non è consentito il contatto.

    Puoi vedere che ci vuole ogni grammo di autocontrollo per non dare a sua moglie di meno di cinque mesi un allegro abbraccio. È venuto qui dopo aver aiutato a scaricare gli animali a Heathrow con il personale del centro di accoglienza degli animali dell'aeroporto.

    Cinque gatti sono purtroppo morti durante il viaggio e uno dei cani è stato accoltellato quando, La penna crede, hanno attraversato i posti di blocco talebani fino all'aeroporto di Kabul.

    Altrimenti gli animali, anche se spaventato, sono sani e presto usciranno dalla quarantena, nonostante i briefing da fonti di Whitehall che sono pieni di malattie e potrebbero dover essere soppressi.

    Chi sta dicendo questo sta dicendo un coccio di merda,’ dice Pen, ancora una volta senza mezzi termini. 'Una delle cose di cui siamo orgogliosi in Nowzad [il suo rifugio per animali a Kabul] ogni singolo animale è completamente vaccinato per la rabbia?, parvovirus, cimurro, tosse dei canili, sono trattati per pulci e zecche e sverminati.

    "Sono tutti castrati e sterilizzati e i campioni di sangue vengono inviati al DEFRA per dimostrare di avere gli anticorpi pertinenti per la rabbia.’

    "I miei cinque cani sono pronti per essere ritirati non appena sarò fuori di qui.’

    Kaisa, ascolta Pen talk. È felice solo di poter sedere con l'uomo che temeva non avrebbe mai più rivisto dopo quel primo tentativo fallito di arrivare all'aeroporto. La felicità di Pen è fugace.

    Rimane perseguitato dal personale che è stato costretto a lasciare alle spalle, e non avrà pace finché non li avrà portati in salvo. "È stato lo staff a prendere la decisione per me di fare un secondo tentativo da solo,’ lui dice.

    'Loro hanno detto, 'Non restare. Devi portare fuori i cani. I talebani gli spareranno'.

    "Ho dato loro tre mesi di stipendio - che sono messi al sicuro - e un paio di centinaia di dollari in più". ho detto, 'Metti questo in tasca. Non spenderlo. Lo rivoglio quando ti vedo in Inghilterra. Questo è il tuo denaro di emergenza'. Poi sono andato in giro e ho abbracciato ognuno di loro, comprese le ragazze. Tutti erano così emozionati.’

    Gli occhi di Pen sono rossi. Dice di aver dormito poco più di quattro ore nei cinque giorni prima di appoggiare la testa sul cuscino nel suo hotel in quarantena la scorsa notte. Kaisa ha dovuto chiamarlo 13 volte per svegliarlo ieri mattina.

    Mr Farthing ha confermato di essere atterrato a Heathrow questa mattina in un messaggio su Twitter

    Mr Farthing ha confermato di essere atterrato a Heathrow questa mattina in un messaggio su Twitter

    'Non avevo idea se saremmo entrati in aeroporto. Non sono mai stato così nervoso in vita mia tornando in quell'aeroporto.

    "La gente mi diceva che c'era un'altra minaccia di bomba" [almeno un attentatore suicida aveva ucciso 170 persone quando hanno fatto il loro primo tentativo] e una minaccia missilistica. La penna ha aspettato più di 24 ore per il suo aereo per ottenere l'autorizzazione diplomatica per partire. Mentre sedeva nell'hangar, un ufficiale dell'esercito gli si avvicinò per dargli un'idea dello "spreco di risorse dell'esercito".

    'Ha avuto un diritto di andare,’ dice Pen.

    'Una volta che ha finito ho detto, 'Bene, mettiamo alcuni fatti sul tavolo qui'. Gli ho spiegato 'È un aereo cargo. I cani e i gatti stanno andando nella stiva dove non puoi mettere le persone. Non ho utilizzato risorse militari. Non ho messo nessuno di voi in pericolo di entrare perché i soldati erano in piedi sul filo spinato dove sono sempre stati.

    "Non si sono fatti avanti per facilitare il mio ingresso in aeroporto. Quando me ne sono andato dal punto in cui si trovavano, avevano a che fare con il prossimo gruppo di afghani che sarebbe arrivato tramite i talebani'. Quindi questo ragazzo dell'esercito è tipo, 'Oh mer*a, scusa amico'.’

    "Alla fine non sono stati nemmeno gli inglesi a caricare il carico". se ne erano andati. Ecco quanto era vicino al filo del mio volo in arrivo.’ Quando l'aereo di Pen è finalmente decollato sabato sera, vide le luci della città disposte sotto di lui. 'Non c'era gioia solo senso di colpa,’ dice Pen.

    'Colpa che non ho potuto ottenere [il mio staff] fuori. Sento di colpa per il fatto che, per qualsiasi motivo, non sono riuscito a persuadere i poteri in carica a darmi quei documenti pochi giorni prima. Colpa perché li ho lasciati indietro.

    'Ho avuto Ewok [il suo cane] sul mio grembo. Quando sono tornato per la prima volta in Afghanistan, Sono venuto a causa del mio amore per i cani ma, negli anni che ho passato lì, sono le persone che ho imparato ad amare.

    'Ora li abbiamo riportati nei secoli bui. Le mie giovani donne veterinarie - una era il volto del nuovo Afghanistan - dovevano venire a lavorare in Burkas quando me ne sono andato.

    ‘Le persone possono dire quello che vogliono di questa missione, ma non c'erano. Non erano a terra quando ho perso due giovani marine in 2006 per assicurarsi che i talebani non fossero al potere. Ora abbiamo appena restituito l'intero paese. Non restituisco alle persone che considero la mia famiglia.

    "Tutta questa merda sul mettere gli animali prima delle persone - non ho mai detto che i miei cani fossero una priorità prima delle persone". Non ho mai detto che sono una priorità.

    ‘Caring about animals doesn’t mean not caring about people, I don’t understand where all this is coming from. It’s the people that haunt me.

    ‘I can still see two of my young female vets sat there crying when we got back to Nowzad after the first failed attempt to the airport. That’s what will never stop playing like a loop in my mind until I get them out.

    Categoria:

    celex

    Tag:

    , ,

    I commenti sono chiusi.