L'inquinamento ha ucciso 9 MILIONI di persone 2019, rivela un importante rapporto

L'inquinamento ha ucciso 9 MILIONI di persone 2019 – l'equivalente di un decesso su sei, rivela un importante rapporto

  • Pollution was responsible for nine million deaths in 2019, dicono gli esperti
  • Aria, chemical and water pollution accounted for one in six deaths worldwide
  • The pollution death rate is ‘virtually unchangedsince last analysis in 2015
  • Pollution was responsible for 9million deaths in 2019, according to a major report.

    Aria, chemical and water pollution accounted for all the fatalities, which accounted for one in six deaths worldwide.

    The figure is comparable with the global death rate from smoking and second-hand smoke, the Lancet Commission on Pollution and Health said.

    And it is around three times higher than malnutrition and drug and alcol.

    Researchers said little progress has been made on tackling the public health crisis — with the death rate ‘virtually unchangedsince the last analysis in 2015.

    They claimed there has been progress in reducing pollution deaths due to extreme poverty, such as unclean water, a lack of sanitation and household air pollution from burning fuels.

    But this was offset by increases in deaths attributable to outdoor air pollution and toxic chemicals such as lead poisoning.

    Pollution is the world’s largest environmental risk factor for disease and early death but ‘little has been done to deal with this public health crisis’, the experts warned.

    The scientists called for a ‘massive, rapid transition away from all fossil fuels to clean, renewable energy’.

    Aria, chemical and water pollution accounted for the fatalities, which accounted for one in six deaths worldwide, the Lancet Commission on Pollution and Health found. The figure is comparable with the global death rate from smoking and second-hand smoke and around three times higher than malnutrition and drug and alcohol

    Aria, chemical and water pollution accounted for the fatalities, which accounted for one in six deaths worldwide, the Lancet Commission on Pollution and Health found. The figure is comparable with the global death rate from smoking and second-hand smoke and around three times higher than malnutrition and drug and alcohol

    Water pollution caused 1.36million premature deaths, while lead caused 900,000 fatalities and toxic occupational hazards ¿ including cleaning agents, mercury and pesticides ¿ were to blame for 870,000, experts found. The graph shows the average blood lead concentration among populations worldwide, with parts of Africa, Asia and South America logging the worst rates

    Water pollution caused 1.36million premature deaths, while lead caused 900,000 fatalities and toxic occupational hazards — including cleaning agents, mercury and pesticides — were to blame for 870,000, experts found. The graph shows the average blood lead concentration among populations worldwide, with parts of Africa, Asia and South America logging the worst rates

    Air pollution increases the risk of several conditions, including heart attack, stroke and diabetes

    Air pollution increases the risk of several conditions, including heart attack, stroke and diabetes

    WHICH COUNTRIES LOGGED THE MOST POLLUTION DEATHS?

    India 2,357,267

    Cina 2,177,460

    Nigeria 357,760

    Pakistan 308,800

    Indonesia 263,344

    Bangladesh 215,824

    Castello Oumsiyat 142,883

    Ethiopioun 126,538

    Egitto 111,790

    Repubblica Democratica del Congo 101,587

    Russia 93,802

    Brasile 91,135

    Filippine 86,374

    Myanmar 82,052

    Vietnam 81,761

    Giappone 71,684

    Messico 66,511

    Taiwan 60,456

    tacchino 58,196

    Iran 57,395

    (36th) Regno Unito 38,995

    Annuncio pubblicitario

    Il rapporto estimated the health effects of pollution based on the 2019 Global Burden of Disease study, the most recent version, which sets out national and regional death rates.

    The report found that three-quarters of the nine million deaths (6.67milioni) were caused by air pollution, both household and ambient, such as from transport, factories and dust.

    More than 1.8million of the fatalities were caused by toxic chemical pollution, such as carbon monoxide — a 66 per cent increase since 2000.

    The researchers said the figure is likely an underestimate because only a small number of the chemicals people are exposed to have been ‘adequately tested’ per sicurezza, meaning others could be causing extra fatalities that are not reflected in the data.

    Water pollution caused 1.36million premature deaths, while lead caused 900,000 fatalities and toxic occupational hazards — including cleaning agents, mercury and pesticides — were to blame for 870,000.

    The researchers noted that there had been a decline in deaths from ‘traditionalpollutants — household air pollution from solid fuels and unsafe water — since 2000, which is most evident in Africa.

    This can be explained by improvements in water supply and sanitation, antibiotics and treatments and cleaner fuels, loro hanno detto.

    però, this mortality decrease has been ‘offset by a substantial increase in deaths from exposure to industrial pollutionacross the world over the last two decades, il rapporto afferma.

    Southeast Asia has been hit hardest due to rising levels of industrial pollution combined with an ageing population, which has left ‘increasing numbers of people exposed’, i ricercatori hanno detto.

    Pollution-related deaths cost the global economy £5.14trillion ($4.6trilioni) nel 2019, equating to 6.2 per cent of economic output, the experts estimated.

    It adds to inequality, con 92 per cent of pollution-related deaths and the largest proportion of economic losses occurring in low and middle-income countries.

    The study also notes pollution’s deep inequity, con 92% of pollution-related deaths, and the greatest burden of pollution’s economic losses, occurring in low-income and middle-income countries.

    The researchers called for a global climate change body to be created, more cash from governments to control pollution and improved pollution monitoring and data collection.

    Richard Fuller, lead author of the report and chair of the Global Alliance on Health and Pollution, disse: ‘The health impacts of pollution remain enormous, and low- and middle-income countries bear the brunt of this burden.

    ‘Despite its enormous health, social and economic impacts, pollution prevention is largely overlooked in the international development agenda.

    ‘Attention and funding has only minimally increased since 2015, despite well-documented increases in public concern about pollution and its health effects.

    The Lancet Commission on Pollution and Health produced their first report in 2017, using data from the 2015 Global Burden of Disease study.

    The old report found that pollution was behind nine million deaths – 16 per cent of all deaths globally.

    Professor Philip Landrigan, director of global public health and the global pollution observatory at Boston College, disse: ‘Pollution is still the largest existential threat to human and planetary health and jeopardises the sustainability of modern societies.

    ‘Preventing pollution can also slow climate change – achieving a double benefit for planetary health – and our report calls for a massive, rapid transition away from all fossil fuels to clean, renewable energy.

    QUELLO CHE GLI STUDI RECENTI HANNO DIMOSTRATO CHE L'INQUINAMENTO PU FARE PER LA NOSTRA SALUTE E IL NOSTRO ORGANISMO?

    CAUSARE I BAMBINI AD AVERE UN QI BASSO: Ricercatori dell'Università della California, San Francisco, trovato a maggio 2019 che i bambini nati da madri che vivono in aree inquinate hanno un QI fino a sette punti inferiore a quelli che vivono in luoghi con aria più pulita.

    PERCHÉ I BAMBINI HANNO UNA MEMORIA PI POVERA: I ricercatori dell'Istituto per la salute globale di Barcellona hanno scoperto che i ragazzi esposti a livelli maggiori di PM2,5 nell'utero hanno risultati peggiori nei test di memoria quando sono 10.

    RITARDARE LO SVILUPPO DEI BAMBINI: I giovani che vivono a meno di un terzo di miglio da strade trafficate hanno il doppio delle probabilità di ottenere punteggi più bassi nei test di abilità comunicative durante l'infanzia, ha trovato ricercatori all'Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health ad aprile. Avevano anche maggiori probabilità di avere una scarsa coordinazione occhio-mano.

    RENDERE I BAMBINI PI ANSIOSI: Gli scienziati dell'Università di Cincinnati hanno affermato che l'inquinamento può alterare la struttura del cervello dei bambini per renderli più ansiosi. Il loro studio di 14 i giovani hanno scoperto che i tassi di ansia erano più alti tra quelli esposti a maggiori livelli di inquinamento.

    TAGLIATE LA VITA DI VOSTRO FIGLIO: I bambini nati oggi perderanno quasi due anni della loro vita a causa dell'inquinamento atmosferico, secondo un rapporto dell'Health Effects Institute con sede negli Stati Uniti e dell'Università della British Columbia ad aprile 2019. L'UNICEF ha chiesto un'azione sul retro dello studio.

    AUMENTA IL RISCHIO DI AUTISMO DI UN BAMBINO: I ricercatori della Monash University in Australia hanno scoperto che i giovani che vivono in zone altamente inquinate di Shanghai hanno 86 percentuale in più di possibilità di sviluppare ASD. L'autore principale, il dottor Yuming Guo, ha dichiarato:: "Il cervello in via di sviluppo dei bambini piccoli è più vulnerabile alle esposizioni tossiche nell'ambiente.’

    CAUSA L'ASMA NEI BAMBINI: Quattro milioni di bambini in tutto il mondo sviluppano l'asma ogni anno a causa dell'inquinamento del traffico stradale, stimato da un importante studio di accademici della George Washington University. Gli esperti sono divisi su ciò che provoca l'asma – ma l'esposizione all'inquinamento nell'infanzia aumenta il rischio danneggiando i polmoni.

    FATE INGRASSARE I BAMBINI: Gli esperti della University of Southern California hanno scoperto lo scorso novembre che 10 i bambini di un anno che vivevano in aree inquinate quando erano bambini sono, in media, 2.2libbre (1kg), più pesanti di quelli che sono cresciuti intorno ad un'aria più pulita. L'inquinamento da biossido di azoto potrebbe alterare il modo in cui i bambini bruciano i grassi, gli scienziati hanno detto.

    LASCIARE LE DONNE INFERTILI PRIMA: Scienziati dell'Università di Modena, Italia, rivendicato a maggio 2019 che credono l'inquinamento accelera l'invecchiamento delle donne, proprio come fumare, il che significa che finiscono le uova più velocemente. Questo si è basato sul fatto che hanno trovato quasi due terzi delle donne che hanno una "riserva" bassa’ di uova regolarmente inalate aria tossica.

    AUMENTA IL RISCHIO DI Aborto spontaneo: Scienziati dell'Università dello Utah hanno scoperto a gennaio che le donne incinte sono 16 per cento in più di probabilità di soffrire il crepacuore di un aborto spontaneo se vivono in aree ad alto inquinamento.

    AUMENTA IL RISCHIO DI CANCRO AL SENO: Scienziati dell'Università di Stirling hanno scoperto che sei donne che lavorano sullo stesso ponte vicino a una strada trafficata negli Stati Uniti si sono ammalate di cancro al seno a distanza di tre anni l'una dall'altra. Ce n'era uno in 10,000 possibilità che i casi fossero una coincidenza, lo studio ha detto. Suggeriva che le sostanze chimiche nei fumi del traffico causassero il cancro spegnendo i geni BRCA, che cercano di fermare la crescita dei tumori.

    DANNEGGIARE LO SPERMA DI UN UOMO: Scienziati brasiliani dell'Università di San Paolo hanno scoperto a marzo che i topi esposti all'aria tossica avevano conteggi inferiori e sperma di qualità peggiore rispetto a quelli che avevano inalato aria pulita sin dalla nascita.

    RENDERE GLI UOMINI MENO POSSIBILI DI ESSERE ECCITATI SESSUALMENTE: Gli scienziati della Guangzhou Medical University in Cina hanno scoperto che i topi esposti all'inquinamento atmosferico hanno lottato per eccitarsi sessualmente. Gli scienziati ritengono che possa colpire anche gli uomini, poiché l'inalazione di particelle velenose può innescare l'infiammazione nei vasi sanguigni e privare i genitali di ossigeno, compromettendo la capacità degli uomini di eccitarsi sessualmente.

    RENDERE GLI UOMINI PI POSSIBILI DI AVERE LA DISFUNZIONE ERETTILE: Gli uomini che vivono sulle strade principali hanno maggiori probabilità di avere difficoltà ad avere un'erezione a causa dell'esposizione all'inquinamento, uno studio dell'Università di Guangzhou in Cina suggerito a febbraio. I fumi tossici hanno ridotto il flusso sanguigno ai genitali, i test sui ratti hanno mostrato, mettendoli a rischio di sviluppare la disfunzione erettile.

    AUMENTA IL RISCHIO DI PSICOSI: A marzo, Gli scienziati del King's College di Londra hanno collegato per la prima volta l'aria tossica a un'intensa paranoia e all'udito di voci nei giovani. Hanno detto che scoprire esattamente come l'inquinamento può portare alla psicosi dovrebbe essere una "priorità sanitaria urgente".

    TI RENDE DEPRESSO: I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology hanno scoperto a gennaio che più inquinava l'aria, più siamo tristi. Il loro studio si è basato sull'analisi degli utenti dei social media in Cina insieme alla concentrazione media giornaliera di PM2.5 e ai dati meteorologici in cui vivevano.

    CAUSA DEMENZA: L'inquinamento atmosferico potrebbe essere responsabile di 60,000 casi di demenza nel Regno Unito, ricercatori del King's College di Londra e di St George's, Università di Londra, calcolato lo scorso settembre. Piccoli inquinanti respirati in profondità nei polmoni ed entrano nel flusso sanguigno, dove possono viaggiare nel cervello e causare infiammazione, un problema che può scatenare la demenza.

    Annuncio pubblicitario