La nuova segretaria alla Cultura Nadine Dorries ha un lato molto umano

“Mio marito ed io non avremmo mai dovuto separarci. Stavamo per risposarsi ma il cancro si è messo in mezzo': La sinistra ama demonizzare Nadine Dorries ma questa intima intervista rivela il lato molto umano del nuovo Segretario alla Cultura

Nadine Dorries, MP anticonformista ed ex concorrente di I'm A Celebrity, era abbastanza felice che la sua nomina alla carica di Segretario di Stato per la Cultura abbia suscitato un'ondata di shock nell'establishment.

«Si sentivano le tazze di latte di mandorla che colpivano il pavimento BBC,' ha scherzato maliziosamente in quel momento.

L'incredulità è stata condivisa dalla stessa Nadine, come rivela davanti a una tazza di tè. Costruttori, naturalmente.

'Ero seduto in una stanza Downing Street e mia figlia WhatsApp mi ha chiesto di dire Laura Kuenssberg [l'editore politico della BBC] aveva twittato per dire che ero il nuovo Segretario di Stato. ho detto, "Bene, non può essere giusto.'

Certamente, la donna della tenuta del consiglio di Liverpool si aspettava alcune notizie sulla carriera, vale a dire quella di essere stata sottosegretario responsabile della salute mentale, probabilmente era salita al punto in cui sarebbe mai salita e probabilmente si stava dirigendo verso l'uscita.

'Non c'era modo che sarei stato promosso. ero 64! Avevo ordinato una serra con doppie porte scorrevoli. Avevo regalato i miei vestiti,' ammette. Scusaci? «I miei abiti da lavoro. Li avevo imballati in sacchi della spazzatura e li avevo dati alle donne afgane che tornavano al lavoro.'

Ha risposto alla chiamata chiamandola a Downing Street mentre era "seduta dal parrucchiere". Ha sostenuto che il Primo Ministro non aveva bisogno di licenziarla di persona. 'Ho detto, “Non ha bisogno di fare il discorso. Avrà una lunga giornata. Io sto bene."'

È andata comunque, dopo una rapida asciugatura. Parla di un turbine.

I suoi critici non hanno ancora visto il lato divertente. Twitter di sinistra aveva bisogno di sali odorosi. Un obiettore ha commentato: Il ministro della cultura tedesco è uno storico dell'arte formato; France ha scritto un libro su Verdi. Il nuovo segretario alla cultura del Regno Unito . . . ha mangiato l'ano di struzzo in I'm A Celebrity.'

Una bella Cameron, come era noto con condiscendenza la coorte di parlamentari donne dell'ex primo ministro, Nadine dice di sentirsi ¿inferiore¿. Lodevole, vuole sfidare quella cultura, portando il mondo dell'arte e dei media fuori dal controllo delle cricche, restituire il calcio ai tifosi, tutte quelle cose facili da dire ma diabolicamente difficili da fare.

Una bella Cameron, come era noto con condiscendenza la coorte di parlamentari donne dell'ex primo ministro, Nadine dice di sentirsi "inferiore". Lodevole, vuole sfidare quella cultura, portando il mondo dell'arte e dei media fuori dal controllo delle cricche, restituire il calcio ai tifosi, tutte quelle cose facili da dire ma diabolicamente difficili da fare.

Nella sua prima grande intervista nel post, nadina, infermiera diventata donna d'affari diventata scrittrice di successo, fa schioccare un biscotto: 'dammi la cioccolata. Ho bisogno dell'energia' - e si chiede se sia stato il suo periodo nella giungla delle celebrità televisive a suggellarle il lavoro della sua vita. “Ha aiutato la mia carriera politica? Non c'è modo. Probabilmente lo ha ostacolato. Ma mi ha aiutato a vendere 2.4 milioni di libri? Probabilmente.'

Ci incontriamo a Liverpool dove i suoi romanzi - 15 di questi scritti in sette anni - per lo più saghe sulla crescita in comunità colpite dalla povertà negli anni '50 e '60, sono impostati. Perché tanto derisione su di loro? Di lei? Snobismo e misoginia, lei conclude.

'Essi,' lei dice, intenzionalmente, ‘Non mi piaccio perché sono una donna, perché vengo da una classe operaia. A loro piace che tu sia intimidito, farti ritirare e alcuni [femmina] I parlamentari lo faranno perché è più facile. Non lo farò.'

Chi sono loro?' Intende i ragazzi eleganti che una volta disse che non conoscevano il prezzo del latte?

"Vorrei non aver mai detto "ragazzi eleganti", ma lo sono,' lei dice. "Ci sono persone come David Cameron e George Osborne che fanno fatica a parlare con chiunque non provenga dal loro passato".

Una bella Cameron, come era noto con condiscendenza la coorte di parlamentari donne dell'ex primo ministro, Nadine dice di sentirsi "inferiore".

Lodevole, vuole sfidare quella cultura, portando il mondo dell'arte e dei media fuori dal controllo delle cricche, restituire il calcio ai tifosi, tutte quelle cose facili da dire ma diabolicamente difficili da fare.

Ma Boris non è il ragazzo più elegante di tutti? Insiste su Johnson, che era già in Parlamento da quattro anni quando è diventata parlamentare, non l'ha mai fatta sentire inferiore.

'Il mio ufficio era solo un paio di porte dal suo e ci avrebbe ospitato per una tazza di tè, parla di come fare discorsi dalle panchine posteriori. Era accogliente. E ha una visione.'

Anche prima che fosse PM, chiamava Boris uno statista. «So cosa stai per dire,' lei dice, consapevole che tutti stanno pensando alla sua incursione in Peppa Pig questa settimana. «Quei commenti che ha fatto su Peppa Pig. È la nostra più grande esportazione. Lo so perché questo è il mio dipartimento. Non sottovalutare Boris.'

Le piace pensare che siano tagliati da un tessuto simile. Si chiamava Mad Nad anche prima di andare nella giungla, anche i suoi amici, come il collega autore e acerbo osservatore Sasha Swire, hanno usato il nome. Non le importava allora, ma ora lo fa: 'Perché non sono pazzo.'

Lei è un anticonformista però? Lei fa spallucce. “Non sono un politico con un mantra robotico ritagliato sul cartone. Non sono una di quelle persone che dice di voler fare politica poiché sapeva leggere, perché non è normale.'

Alza gli occhi al cielo, e battute sui William Hagues di questo mondo che sono stati designati come futuri leader nella loro adolescenza. Non per lei. O i suoi figli. Sarebbe rimasta inorridita se le sue figlie avessero annunciato un ardente desiderio di entrare in politica.

Fa una battuta su come avrebbe detto loro di "entrare nelle cose normali in cui dovrebbero entrare gli adolescenti".

Lei è una compagnia divertente, in giro per Liverpool con capelli glamour ma con un impermeabile ragionevole e stivali robusti ma alla moda. Facciamo un tour di Goodison Park, La casa dell'Everton. Il suo bisnonno George Bargery era in realtà uno dei fondatori del club, ma lei stessa è una tifosa del Liverpool.

Visitiamo la strada dove viveva. La sua casa è stata demolita da tempo. La zona è piuttosto desolata, anche adesso, ma parla del calore della comunità.

Nel 2012, Westminster è rimasta scioccata quando Nadine e suo marito Paul si sono separati, dopo 23 anni di matrimonio e 33 anni insieme. Adesso, ammette che non avrebbero mai dovuto separarsi ed è stato uno dei suoi più grandi rimpianti. ¿In realtà ci siamo riuniti,¿ si confida. ¿Ma poi a Paul è stata diagnosticata la fase 4 tumore all'intestino.'

Nel 2012, Westminster è rimasta scioccata quando Nadine e suo marito Paul si sono separati, dopo 23 anni di matrimonio e 33 anni insieme. Adesso, ammette che non avrebbero mai dovuto separarsi ed è stato uno dei suoi più grandi rimpianti. “Ci siamo davvero riuniti,' confida. 'Ma poi a Paul è stato diagnosticato il palcoscenico 4 tumore all'intestino.’

Deve passare la tomba di suo fratello ogni volta che torna "a casa" (è morto in un incidente d'auto quando era 27) ma 'non parliamo di questo. Ho dormito solo tre ore la notte scorsa, e piango'.

Sono trascorse dieci settimane da quello che suona come il lavoro infernale. Il suo portfolio, che copre non solo Cultura, ma Digitale, Media e sport: non è tanto pieno quanto traboccante. In gran parte si tratta di combattere con artisti del calibro della BBC, giganti dei social media e squadre di calcio. Molto è stato fatto della sua guerra al wokeismo di Leftie.

'Definisci il risveglio,' lei dice, cercando di diventare più statisti.

Oh andiamo, nadina! Pronomi, Genere, statue, tutte quelle cose su cui la vecchia Nadine avrebbe twittato.

'Bene, le statue non verranno abbattute sotto il mio controllo, non se posso farne a meno. Così, sai, se parli di questa cultura, che a volte è un po' una reazione istintiva alle situazioni, che potrebbe essere interpretato come svegliare o cancellare la cultura, Preferisco togliere tutte quelle parole e cercare di cosa si tratta.'

Ma, sì, è inorridita dallo strisciamento del woke-ismo in tutta la Gran Bretagna oggi. Colpisce la recente decisione dei Brit Awards di eliminare le categorie musicali specifiche per genere, insistendo sul fatto che si tratta dell'ennesimo esempio di erosione dei diritti delle donne.

È appassionata di diritti delle donne, lei dice, ma non al punto in cui tutti vanno a cucù. Si lamenta del fatto che la collega Stella Creasy abbia portato il suo bambino ai Comuni questa settimana.

È una nuova nonna, la sua prima nipote è 12 settimane fa, e urla per il rumore che fanno i bambini a questa età.

«La camera è un luogo di lavoro professionale e c'è un asilo nido. Non è una questione di diritti delle donne.'

I suoi stessi anni di giocoleria tra bambini e lavoro l'hanno portata a fondare un'azienda di assistenza all'infanzia, che l'ha resa ricca e l'ha messa sulla strada su cui è ora. Guadagnavo mezzo milione di sterline all'anno, ma ho creato quell'azienda per aiutare le donne che dovevano viaggiare per lavoro, fare tutte le cose che fanno i parlamentari.'

In un modo simile senza fronzoli, si fa beffe delle affermazioni fatte dalla collega parlamentare Tory Caroline Nokes di essere stata tentata da Stanley Johnson, padre di Boris.

Nadine dice di essere appassionata dei diritti delle donne, ma non al punto in cui tutti vanno a cucù. Si lamenta del fatto che la collega Stella Creasy abbia portato il suo bambino ai Comuni questa settimana. È una nuova nonna, la sua prima nipote è 12 settimane fa, e urla per il rumore che fanno i bambini a questa età. ¿La camera è un luogo di lavoro professionale e c'è un asilo nido. Non è una questione di diritti delle donne.¿

Nadine dice di essere appassionata di diritti delle donne, ma non al punto in cui tutti vanno a cucù. Si lamenta del fatto che la collega Stella Creasy abbia portato il suo bambino ai Comuni questa settimana. È una nuova nonna, la sua prima nipote è 12 settimane fa, e urla per il rumore che fanno i bambini a questa età. «La camera è un luogo di lavoro professionale e c'è un asilo nido. Non è una questione di diritti delle donne.'

«Non credo sia successo,' lei dice, nettamente. 'Ho conosciuto Stanley per 15 anni. È un gentiluomo. Non mi è mai successo. Forse c'è qualcosa che non va in me.'

Sta dicendo che non ha sperimentato il sessismo "pratico".? Scuote la testa. 'Ma se me lo chiedi, ho sperimentato il mansplaining, essere parlato fino a perché sono una donna, sì e sì.'

Lo ha fatto, però, subire il tipo di abuso "che mette le cose in prospettiva", da un vicario, che era un amico di famiglia, quando aveva nove anni. Non è mai stato denunciato alla polizia: "Non potresti, allora' - ma si è presa una sorta di vendetta quando ha scritto di un prete che abusava nei suoi romanzi.

“Volevo che lo leggesse e si riconoscesse,' lei dice. Ahimè, ha scoperto che era morto prima che potesse farlo.

È permalosa su alcuni aspetti della sua vita familiare, insistendo sul fatto che non ha memoria di un'intervista rilasciata da sua madre quando era nella giungla delle celebrità, dicendo che Nadine era un incubo a scuola, e che temeva che sua figlia non avrebbe mai trovato un lavoro decente.

'Lei è solo mia madre. Ha mai detto che era orgogliosa di me? Noi no, con il nostro passato.'

inoltre, Nadine insiste, lei andava bene a scuola: 'Ho O-'evels, che era più della maggior parte.'

Non è mai stata a corto di ambizione. Ha lavorato come infermiera, ma quando sposò suo marito Paul (a cui si è incontrata 17), hanno vissuto in Africa per un periodo a causa del suo lavoro come ingegnere minerario.

La sua è stata un'entrata relativamente tardiva nella mischia politica, acceso dalla furia, lei dice. “Eravamo negli anni '90 e ho sentito qualcuno, Penso che debba essere stato John Major, dicendo qualcosa di pomposo, e Paolo ha detto, "Bene, fai qualcosa al riguardo."'

A questo punto aveva venduto la sua azienda di assistenza all'infanzia a Bupa, quindi "non avevo bisogno di guadagnare più soldi".

È stata debitamente eletta parlamentare per il Mid Bedfordshire, ma il loro matrimonio non è sopravvissuto al viaggio che doveva venire. Nel 2012, Westminster è rimasta scioccata quando si sono separati, dopo 23 anni di matrimonio e 33 anni insieme.

Nadine è a dieci settimane da quello che sembra il lavoro infernale. Il suo portfolio ¿che copre non solo Cultura, ma Digitale, Media e Sport ¿ non è tanto pieno quanto straripante. In gran parte si tratta di combattere con artisti del calibro della BBC, giganti dei social media e squadre di calcio. Molto è stato fatto della sua guerra al wokeismo di Leftie.

Nadine è a dieci settimane da quello che sembra il lavoro infernale. Il suo portfolio, che copre non solo Cultura, ma Digitale, Media e sport: non è tanto pieno quanto traboccante. In gran parte si tratta di combattere con artisti del calibro della BBC, giganti dei social media e squadre di calcio. Molto è stato fatto della sua guerra al wokeismo di Leftie.

Adesso, ammette che non avrebbero mai dovuto separarsi ed è stato uno dei suoi più grandi rimpianti.

“Ci siamo davvero riuniti,' confida. 'Ma poi a Paul è stato diagnosticato il palcoscenico 4 tumore all'intestino. Era a febbraio 2019 e morì nel giugno. Stavamo per sposarci di nuovo. Paolo lo voleva, ma stava morendo. A casa è venuto un vicario, per una benedizione. Non era una cosa ufficiale dell'anagrafe.'

Lei e le loro figlie lo allattarono alla fine. «Non volevamo che entrasse nessun altro, quindi non l'abbiamo lasciato.' Parla di come il tuo mondo si rimpicciolisce quando qualcuno sta morendo, 'dal giardino, alla camera da letto, al letto'.

Adesso è single. 'Paul è sepolto dall'altra parte della strada rispetto a casa nostra, quindi gli do la buonanotte dalla camera da letto ogni notte. Penso che sarò single per molto tempo perché mi tiene d'occhio.'

È un po' in lacrime, ma poi riemerge la vecchia combattiva Nadine. Parliamo delle sue figlie. È ferocemente protettiva nei loro confronti, ma li ha anche messi in prima linea. Una volta ha avuto uno sproloquio tipicamente nadine sul nepotismo, ed è stata schiaffeggiata quando è stato fatto notare che entrambe le sue figlie avevano lavorato per lei. È insistente: ‘Non li ho fatti lavorare per me allo stesso tempo, a un costo per il contribuente di £ 80.000. Se l'avessi fatto, Sarei in prigione.'

Continuerà a inveire contro una cultura, in organizzazioni come la BBC, che dà ai bambini un vantaggio. 'Ho avuto una conversazione con un presentatore della BBC. Ha detto che c'erano sempre ragazzi di produttori in redazione. È costante.'

Allo stesso modo, parliamo di come può essere lei a "ripulire" Twitter quando potrebbe essere accusata di essere stata meno gentile sulla piattaforma in precedenza.

Vice primo ministro, Domenico Raab, Il segretario alla salute Sajid Javid, e il segretario alla cultura Nadine Dorries osservano mentre Boris Johnson tiene il discorso programmatico del suo leader durante la conferenza del Partito conservatore al Manchester Central Convention Complex in ottobre 6, 2021 a Manchester, Inghilterra

Vice primo ministro, Domenico Raab, Il segretario alla salute Sajid Javid, e il Segretario alla Cultura Nadine Dorries osservano mentre Boris Johnson pronuncia il discorso programmatico del suo leader durante la conferenza del Partito Conservatore al Manchester Central Convention Complex in ottobre 6, 2021 a Manchester, Inghilterra

Oggi, lei alza le mani, ammettendo di aver inviato tweet inappropriati "quando ero un backbencher senza prospettive di promozione".

Dice che se avesse saputo che avrebbe ottenuto un ottimo lavoro, quindi probabilmente non avrebbe twittato "sui testicoli di qualche giornalista" (chiarire, si trattava di inchiodarli al pavimento.) Ma è solo una scusa fino a un certo punto.

“Non ero un angelo online, ma non sono stato offensivo. Se hai vissuto la tua vita con un occhio di riguardo alla promozione, non diresti fischi a un'oca.'

inoltre, lei dice, essi (lei intende gli uomini) molestarla di più.

'Intendo, guarda John Nicholson [Deputato SNP e membro della commissione parlamentare ristretta per i media e lo sport della cultura che di recente ha criticato Nadine sulla sua lingua nei tweet]. Ha twittato su di me innumerevoli volte dopo il comitato ristretto. Ci sono un certo numero di uomini contro cui a volte mi scaglio perché molestano e sono ossessivi.'

Quindi continuerà a dire fischi a tutte le oche.

Colorato fino alla fine, dice che non si chiamerà nonna, 'perché l'altra nonna è arrivata prima, e non la combatterò'.

Anziché, le piacerebbe molto essere chiamata Hoggie, poiché ha dei ricci di salvataggio nel suo giardino, e non vedo l'ora che sua nipote sia abbastanza grande per dar loro da mangiare.

Solo Nadine Dorries poteva volere che il suo nome da nonna fosse associato a una creatura spinosa.

I commenti sono chiusi.