Il "soft touch" del Regno Unito incoraggia i migranti illegali ad attraversare la Manica, dire parlamentari

Il "tocco morbido" del Regno Unito’ la giustizia incoraggia i migranti illegali a sorvolare la Manica su gommoni mortali, I parlamentari avvertono, come la Gran Bretagna dice alla Francia MORE morirà se non riaprirà i colloqui per distruggere le bande di contrabbando di persone

  • Almeno 27 i migranti sono annegati dopo che la loro barca si è capovolta mentre cercavano di raggiungere il Regno Unito attraverso la Manica
  • I migliori amici Shakar Ali, 25, e Harem Pirot, 23, che sono cresciuti come vicini di casa in Iraq, mancano dalla tragedia
  • Lo studente curdo Baran Nouri Hamadami, dal nord Iraq, è stato confermato essere tra coloro che sono morti
  • Le cifre CPS mostrano solo 61 i migranti sono stati accusati e basta 51 condannato da dicembre 2019
  • 'Tocco leggero’ la giustizia e l'incapacità di perseguire i migranti che arrivano illegalmente nel Regno Unito incoraggiano le persone a rischiare la vita cercando di attraversare la Manica su piccole imbarcazioni, I parlamentari hanno avvertito.

    L'affermazione è arrivata tra i timori di morti più tragiche in acqua a meno che Francia riapre i colloqui con la Gran Bretagna finiti Boris Johnsonil piano in cinque punti per fermare i trafficanti di persone.

    I dati del Crown Prosecution Service mostrano solo 61 i migranti sono stati accusati e 51 condannato da dicembre 2019 per entrare illegalmente nel paese e violare il 1971 Immigrazione atto, secondo il Telegraph.

    Comparativamente, alcuni 46,000 persone hanno infranto la legge arrivando nel Regno Unito nello stesso periodo, con circa due terzi di questi migranti che viaggiano su piccole imbarcazioni attraverso la Manica o vengono introdotti clandestinamente su camion.

    Rappresentando una sola convinzione in ogni 1,000 casi, I parlamentari hanno sbattuto le mani’ approccio del CPS, che ha annunciato di recente che i richiedenti asilo entrati illegalmente non sarebbero stati perseguiti a meno che non fossero coinvolti in altre attività criminali.

    Lo ha detto al Telegraph la deputata di Dover Natalie Elphicke: 'Non fare errori, se stai pagando bande criminali per portarti di nascosto in Gran Bretagna su una piccola barca sai che stai infrangendo la legge. È chiaro che abbiamo bisogno di leggi più severe e di un'azione più decisa per perseguire gli ingressi illegali e fermare questi attraversamenti della Manica.’

    Tim Loughton, un membro della commissione per gli affari interni ed un ex ministro, aggiunto: "Quello che dovrebbe succedere è che vengano arrestati", mettere in un centro di detenzione dove possono chiedere asilo, poi vieni deportato. Questa è la cosa logica da fare ma non sta succedendo. Sostituiamo gli hotel alle prigioni.’

    Un gruppo di persone su un gommone sul Canale all'inizio di questa settimana, prima del tragico annegamento di almeno 27 migranti

    Un gruppo di persone su un gommone sul Canale all'inizio di questa settimana, prima del tragico annegamento di almeno 27 migranti

    Il fragile e pericoloso gommone affondato mercoledì al largo di Calais, uccidendo 27 persone di cui sette donne - una delle quali era incinta - e tre bambini

    Il fragile e pericoloso gommone affondato mercoledì al largo di Calais, uccidendo 27 persone di cui sette donne – una delle quali era incinta – e tre bambini

    Nel frattempo, la guerra verbale tra i due paesi si è intensificata dopo che Emmanuel Macron ha bollato il primo ministro 'non serio’ per aver inviato una lettera pubblica con la richiesta di porre fine alle tragedie.

    Ma una fonte governativa di alto livello ha detto al Times che i francesi devono tornare immediatamente al tavolo dei negoziati se si vogliono evitare ulteriori perdite di vite umane..

    Loro hanno detto: 'Il nostro piano è il piano. Sarà una prova della loro determinazione per prevenire ulteriori perdite di vite umane. Dobbiamo risolvere questo problema. Non possiamo avere bambini che muoiono nel Canale ogni settimana.’

    È la prima foto di una delle vittime della tragedia di mercoledì nella Manica – una studentessa curda di 21 anni che ha perso i contatti con il marito in mezzo al mare – è emerso.

    Baran Nouri Hamadami, dal nord Iraq, era tra i 27 che è annegato nel disastro al largo di Calais all'inizio di questa settimana, i rapporti del Telegraph.

    Suo marito aveva precedentemente raccontato come aveva cercato di seguire il suo viaggio dalla Francia al Regno Unito prima che il segnale cadesse improvvisamente in mezzo al mare.

    Aveva detto prima: "Lei non è nel Regno Unito", il che significa che se n'è andata. È molto triste per me, e per tutti.’

    "Ho avuto contatti continui con mia moglie e stavo monitorando il suo GPS in tempo reale. Dopo quattro ore e 18 minuti dal momento in cui è salita su quella barca, Penso che fossero in mezzo al mare, poi l'ho persa.’

    Ora si ritiene che gli investigatori di entrambe le sponde della Manica stiano mettendo insieme i movimenti della signora Nouri – noto anche come Maryam – nei giorni prima della tragedia.

    Altrove, un amico di due migranti temeva di essere tra coloro che sono annegati nella tragedia di Channel di mercoledì ha detto oggi al MailOnline che uno di loro gli ha telefonato poco prima di partire per dire che erano stati costretti a, sovraffollato’ gommone da trafficanti di persone armate.

    I migliori amici Shakar Ali, 25, e Harem Pirot, 23, che sono cresciuti come vicini di casa in Iraq e sono partiti insieme per trovare una nuova vita nel Regno Unito si crede che siano stati a bordo del gommone che è affondato al largo di Calais.

    Il loro amico Sanger Ahmed, 33, hanno detto che mercoledì mattina gli avevano telefonato poco prima di partire dalla Francia e sembravano terrorizzati, dicendogli che c'erano troppe persone sulla barca.

    Baran Nouri Hamadami, dal nord Iraq, e nella foto con suo marito, era tra i 27 che è annegato nel disastro al largo di Calais all'inizio di questa settimana

    Baran Nouri Hamadami, dal nord Iraq, e nella foto con suo marito, era tra i 27 che è annegato nel disastro al largo di Calais all'inizio di questa settimana

    Parlando esclusivamente a MailOnline nel campo Grand-Synthe a Calais, Sanger ha detto: 'Ho parlato con loro l'ultima volta di mattina presto due giorni fa. Mi hanno chiamato perché stavano per salire su una barca.

    "Erano preoccupati che fosse sovraccarico e pericoloso". Pensavano che ci fossero troppe persone per una barca così piccola.

    "Forse sono stati costretti a salire a bordo". Ho sentito storie di contrabbandieri armati che fanno salire a bordo le persone se provano a tornare indietro all'ultimo minuto. Sono persone brutali'. Ha aggiunto: 'Non li ho più visti da allora e non hanno risposto ai messaggi. Ho inviato loro messaggi e messaggi su Facebook, ma non c'è risposta. La gente dice che potrebbero essere morti.

    27 persone sono morte – compresi tre bambini – è morto mercoledì quando il loro 'fragile'’ gommone sgonfio in mari per nulla agitati come previsto durante l'arrivo 48 ore a causa della tempesta Arwen. Si teme che i migranti possano essere costretti ad attraversare comunque tra le notizie che un uomo è stato colpito al ginocchio quando si è rifiutato di attraversare dopo che la costola della trappola mortale è caduta. Anche altri migranti hanno affermato di essere stati costretti a salire sulle barche sotto la minaccia delle armi.

    Riaz Mohammed, 12, il suo parente Condividi Mohammed, 17, e altri due adolescenti, Palowan, 16, e Shinai, 15, erano tra coloro che tentarono la pericolosa traversata quel giorno. Amici che ieri non sono riusciti a contattarli si sono detti preoccupati di essere tra i morti.

    Un curdo iracheno chiamato Karwan, 42, che una volta ha vissuto nel Regno Unito per sette anni lavorando in un Bury St Edmunds Pizza Express, disse il suo amico Karim, 31, mancava anche chi condivideva con lui una tenda al campo.

    Karwan ha detto: 'Era il ragazzo migliore e un buon amico. Mi ha invitato a dormire nella sua tenda con lui quando non avevo un posto dove andare. Voleva arrivare nel Regno Unito. Penso che ci abbia provato due o tre volte, ma c'erano problemi con le barche ed è tornato. Ora questa volta non è tornato.’

    È arrivato quando la tempesta Arwen ha iniziato a irrompere attraverso la Manica oggi, suscitando timori che altri migranti moriranno se cercheranno di attraversare Francia in Gran Bretagna come richiesto dai parlamentari Emmanuel Macron paludi le spiagge con la polizia per impedire alle barche di partire con il vento forte.

    Sono attese raffiche fino a 75mph nella Manica e grandi onde lungo la costa della Gran Bretagna poiché la prima tempesta nominata della stagione porta burrasche, pioggia e neve tra oggi e domani. Mentre i venti si alzavano durante il giorno, sembra che i trafficanti di persone rimandino l'invio di barche.

    I migliori amici Shakar Ali, 25, (nella foto) e Harem Pirot, 23, che sono cresciuti come vicini di casa in Iraq e sono partiti insieme per trovare una nuova vita nel Regno Unito si crede che siano stati a bordo del gommone affondato mercoledì, uccidendo 27 migranti a bordo.

    I migliori amici Shakar Ali, 25, e Harem Pirot, 23 (nella foto), che sono cresciuti come vicini di casa in Iraq e sono partiti insieme per trovare una nuova vita nel Regno Unito si crede che siano stati a bordo del gommone affondato mercoledì, uccidendo 27 migranti a bordo.

    I migliori amici Shakar Ali, 25, (sinistra) e Harem Pirot, 23, 9giusto) che sono cresciuti come vicini di casa in Iraq e sono partiti insieme per trovare una nuova vita nel Regno Unito si crede che siano stati a bordo del gommone affondato mercoledì, uccidendo 27 migranti a bordo.

    anime haram (nella foto) si teme che sia morto nel Canale della Manica durante la tragedia all'inizio di questa settimana

    anime haram (nella foto) si teme che sia morto nel Canale della Manica durante la tragedia all'inizio di questa settimana

    Riaz Mohammed, 12, il suo parente Condividi Mohammed, 17, nella foto al centro a sinistra e a destra, indossando giubbotti di salvataggio sulla spiaggia prima della traversata che ha provocato la morte di 27 persone. Anche i loro altri tre amici sono scomparsi, temuti morti

    Riaz Mohammed, 12, il suo parente Condividi Mohammed, 17, nella foto al centro a sinistra e a destra, indossando giubbotti di salvataggio sulla spiaggia prima della traversata che ha provocato la morte di 27 persone. Anche i loro altri tre amici sono scomparsi, temuti morti

    Secondo gli afghani ancora in attesa di attraversare la Manica, nella foto qui ci sono due dei loro connazionali che temevano annegati - Palowan, 16 (L) e Shinai, 15 (R)

    Secondo gli afghani ancora in attesa di attraversare la Manica, nella foto qui ci sono due dei loro connazionali che temevano annegati – Palowan, 16 (L) e Shinai, 15 (R)

    Karwan, lavorava in Pizza Express a Bury St Edmunds nel Suffolk, ma è tornato in Iraq ora sta cercando di tornare in U

    Karwan, lavorava in Pizza Express a Bury St Edmunds nel Suffolk, ma è tornato in Iraq ora sta cercando di tornare in U

    Karwan ha detto di aver vissuto per sette anni a Cambridge e di aver lavorato come chef al Pizza Express a Bury St Edmunds, Suffolk, prima di tornare in Iraq in 2006 dopo la caduta di Saddam Hussein.

    Ha aggiunto: 'Ho avuto una bella vita a Cambridge, ma volevo tornare nel mio paese. Ho pensato che sarebbe stato un buon posto in cui vivere dopo che Saddam se ne sarebbe andato.

    Sangar Kosari, che teme i suoi amici annegati nella Manica, dopo che non hanno risposto ai suoi messaggi

    Sangar Kosari, che teme i suoi amici annegati nella Manica, dopo che non hanno risposto ai suoi messaggi

    "Ma il mio paese si è rivelato così stupido". Ogni notte sparano a qualcuno. Non c'è una bella vita. Adesso voglio tornare in Inghilterra.’

    il cantante Ahmed, 23, anche lui originario della città di Ranya in Kurdistan, ha detto che non aveva modo di sapere con certezza se i suoi amici erano sulla barca che è affondata o un'altra che ha fatto la traversata.

    "Hanno provato a salire su una barca molte volte prima perché volevano arrivare in Inghilterra". Erano in questo campo e ora se ne sono andati. Sembra che fossero sulla barca, ma non sono sicuro. Quello che è successo è semplicemente terribile. Volevano solo una vita migliore.’

    Sanger ha detto che aveva organizzato un incontro con la coppia a Istanbul, tacchino, dopo aver lasciato separatamente la loro città natale.

    Ha aggiunto: 'Si sono trasferiti in Italia in barca e io sono passato dalla Bielorussia. Poi ci siamo incontrati di nuovo qui. Erano qui da circa un mese. Li conosco da una vita perché erano vicini di casa.’

    Sanger ha nominato altre tre vittime del disastro come i curdi iracheni chiamavano Twana, 20, e Hassan, 25, e un curdo iraniano chiamato Sirwan, 25, che erano stati tutti al campo di Gran-Synthe.

    Altri al campo hanno nominato un'altra vittima come un curdo iracheno di nome Hever, di circa 20 anni e anch'egli desideroso di raggiungere il Regno Unito..

    Un curdo iraniano di nome Mohammed Pirot, 19, ha detto che temeva anche che il suo amico iraniano Zanyar, 20, era sulla barca condannata.

    Il marito della donna irachena racconta come i migranti’ il gonfiabile è scomparso dal GPS mentre guardava

    Il marito di una donna irachena temeva di essere tra i 27 persone morte nel La Manica ha raccontato come i migranti’ il gonfiabile è scomparso dal GPS mentre guardava.

    Maryam Nuri, da Ranya nel nord del paese, si pensa sia una delle vittime della fragile imbarcazione capovolta che è affondata al largo di Calais mercoledì tra mari rigidi e temperature rigide.

    Suo marito, che non voleva essere nominato, era tra coloro che aspettavano con ansia notizie sui loro cari dopo che i battelli di salvataggio avevano trascinato i corpi di 17 uomini, sette donne e tre bambini dell'acqua.

    Un immigrato curdo che vive in Gran Bretagna, ha detto al Telegraph come ha cercato di seguire il viaggio di sua moglie da Francia nel Regno Unito, prima che il suo segnale cadesse improvvisamente.

    "Lei non è nel Regno Unito", il che significa che se n'è andata. È molto triste per me, e per tutti,’ Egli ha detto.

    "Ho avuto contatti continui con mia moglie e stavo monitorando il suo GPS in tempo reale. Dopo quattro ore e 18 minuti dal momento in cui è salita su quella barca, Penso che fossero in mezzo al mare, poi l'ho persa.’

    Annuncio pubblicitario

    Parlando dal campo di Grand-Synthe, Egli ha detto: 'L'ho visto l'ultima volta martedì mattina e ha detto che sarebbe andato su una barca. Gli ho mandato sms e non ha risposto.

    'Sono molto preoccupato per lui, ma non posso fare niente. Sono triste per lui.’

    Un altro curdo iracheno al campo ha detto: "Ho sentito di un ragazzo di 18 anni qui che è preoccupato di aver perso suo padre e suo fratello sulla barca".

    "Oggi si è recato a Lille dove sono custoditi i corpi perché vuole provare a identificarli".

    “È andato in giro a chiedere a tutti se hanno visto la sua famiglia.’

    Mariana Nuri, da Ranya nel nord dell'Iraq, ha detto a suo marito che stava viaggiando su una barca con in giro 30 altre persone.

    Suo marito, un immigrato curdo che vive nel Regno Unito che non voleva essere nominato, parlò di come avesse seguito il viaggio di sua moglie per raggiungerlo prima che il suo segnale scomparisse improvvisamente in mezzo al mare.

    "Lei non è nel Regno Unito", il che significa che se n'è andata. È molto triste per me, e per tutti,’ ha detto al Daily Telegraph.

    "Ho avuto contatti continui con mia moglie e la stavo seguendo sul GPS in tempo reale". Dopo quattro ore e 18 minuti dal momento in cui è salita su quella barca, Penso che fossero in mezzo al mare, poi l'ho persa. Sono in un pessimo stato.’

    Mohammad Aziz, 31, non si è più sentito parlare della sua chiamata frenetica nella Manica a un collega curdo iracheno, Peshraw Aziz. Ha detto al Daily Mail la scorsa notte dal suo campo a Calais: “Era nel panico che la barca potesse affondare.’

    Si teme che cinque delle persone morte nella tragedia di mercoledì siano giovani afgani, che non sono riusciti a mandare messaggi ai loro amici a Calais e Dunkerque. Tra i crescenti timori sulla sicurezza delle traversate invernali, si diceva che un migrante spaventato fosse "in ginocchio"’ dopo che si era rifiutato di salire a bordo di una barca ore dopo che il gommone era affondato.

    Il deputato del Kent Craig Mackinlay ha affermato che con la tempesta Arwen pronta a soffiare venti a 75 miglia all'ora verso la Francia, Macron deve garantire che nessuno attraversi oggi per evitare ulteriori morti nella Manica. Ma nonostante l'avvertimento sono stati visti solo piccoli gruppi di polizia di pattuglia vicino a Calais.

    Ha detto a MailOnline: "I francesi dovrebbero mettere il massimo sulle risorse a terra in tutto il" 20 chilometri di spiagge ad alto rischio a nord ea sud di Calais. Il maltempo spingerà i trafficanti a percorrere la via più breve possibile'.

    La deputata di Dover Natalie Elphicke ha detto: "Le condizioni sul Canale della Manica sembrano destinate a diventare ancora più insidiose nei prossimi giorni". È urgente che la Francia collabori con il Regno Unito e gli alleati dell'UE per fermare la perdita di altre vite. Nessuno dovrebbe fare questo tipo di viaggio attraverso un mare in tempesta. Le autorità francesi dovrebbero invitare le persone a prestare attenzione alle previsioni del tempo e a rimanere dove sono.’

    La polizia perquisisce le dune delle spiagge di Wimereux vicino a Bologna da questa mattina presto dopo 27 migranti sono morti diretti nel Regno Unito mentre Storm Arwen minaccia di uccidere più persone se più persone tentano di attraversare

    La polizia perquisisce le dune delle spiagge di Wimereux vicino a Bologna da questa mattina presto dopo 27 migranti sono morti diretti nel Regno Unito mentre Storm Arwen minaccia di uccidere più persone se più persone tentano di attraversare

    Piccole pattuglie di polizia sulla spiaggia di Wimereux mentre i parlamentari chiedevano pattuglie più grandi per eliminare ogni possibilità di attraversamento

    Piccole pattuglie di polizia sulla spiaggia di Wimereux mentre i parlamentari chiedevano pattuglie più grandi per eliminare ogni possibilità di attraversamento

    Migranti davanti a un fuoco di legna in un campo di migranti improvvisato a Loon Beach, dopo 27 compagni migranti sono morti quando il loro gommone si è sgonfiato mentre tentavano di attraversare il Canale della Manica

    Migranti davanti a un fuoco di legna in un campo di migranti improvvisato a Loon Beach, dopo 27 compagni migranti sono morti quando il loro gommone si è sgonfiato mentre tentavano di attraversare il Canale della Manica

    Gruppi di persone che cercano disperatamente di raggiungere il Regno Unito, compresi i bambini, dicono che sono disposti a correre il rischio di attraversare in barca

    Gruppi di persone che cercano disperatamente di raggiungere il Regno Unito, compresi i bambini, dicono che sono disposti a correre il rischio di attraversare in barca

    Crollo di Macron mentre definisce Boris "non serio"’ sulla crisi dei migranti

    Emmanuel Macron è andato in crisi a Boris Johnson oggi bollando il primo ministro "non serio"’ per aver inviato una lettera pubblica con la richiesta di porre fine alle tragedie dei migranti nella Manica.

    Il presidente francese si è scagliato contro Johnson durante una conferenza stampa in visita in Italia – dopo che la Gran Bretagna è stata drammaticamente non invitata a un vertice sulla crisi a Calais questo fine settimana.

    L'Eliseo aveva già avvertito Mr Johnson non "sfrutta"’ il disastro che ha visto decine di migranti annegare al largo della costa francese all'inizio di questa settimana per guadagno politico, ma il premier ha scritto una lettera durante la notte con un piano di cooperazione in cinque punti.

    E oggi Macron non è riuscito a contenere la sua rabbia quando gli è stato chiesto degli sviluppi.

    'Sono sorpreso quando le cose non vengono fatte sul serio,’ lui ribolliva. "Non comunichiamo tra i leader tramite tweet o lettere pubblicate", non siamo informatori.’

    Un portavoce del governo francese ha affermato che le proposte di Johnson "non corrispondono affatto"’ con le discussioni che i leader hanno avuto mercoledì. 'Siamo stanchi di parlare doppio,’ Ha aggiunto.

    Il ministro dell'Interno francese Gerald Darmanin ha detto alla controparte Priti Patel stamattina che non è più la benvenuta alla riunione di crisi di domenica, dopo la condanna del Regno Unito del pattugliamento lassista sulle spiagge francesi dove i migranti stanno lanciando barche nel disperato tentativo di raggiungere la Gran Bretagna.

    La mossa – marchiato "le grand snub"’ – ha scatenato un contraccolpo nel Regno Unito con Macron e i suoi ministri accusati di "dimenticare" 27 persone sono morte due giorni fa'.

    Un portavoce di Mr Darmanin, che ieri ha accusato la Gran Bretagna di "cattiva gestione dell'immigrazione"’ e allettare i migranti con benefici e regole sul lavoro precario, disse: "Riteniamo la lettera pubblica di Boris Johnson inaccettabile e contraria alle discussioni tra le controparti".

    'Come conseguenza, Priti Patel non è più invitata all'incontro di domenica.’ Il vertice con gli altri ministri degli interni europei si svolgerà senza il ministro dell'Interno, i cui aiutanti si erano già recati a Parigi con l'Eurostar la scorsa notte.

    La decisione ha scatenato la rabbia dei parlamentari britannici. Il banchiere Tory Jacob Young ha twittato: "Comportamento ridicolo del governo francese che sembra averlo dimenticato due giorni fa" 27 persone sono morte attraversando la Manica. Ferma le barche – così semplice.’

    Il collega conservatore Nicola Richards ha detto: "È un comportamento davvero infantile quello mostrato dalla Francia", diventando sempre più evidente che non vogliono impedire a queste barche di lasciare la Francia. 27 la gente è morta pochi giorni fa, ma preferiscono essere meschini piuttosto che aiutare a trovare una soluzione.’

    Annuncio pubblicitario

    È arrivato quando Emmanuel Macron è andato in crisi a Boris Johnson oggi, definendo il primo ministro "non serio"’ per aver inviato una lettera pubblica con la richiesta di porre fine alle tragedie dei migranti nella Manica.

    E il ministro dell'Interno francese Gerald Darmanin ha detto questa mattina alla controparte Priti Patel che non è più la benvenuta alla riunione di crisi di domenica., dopo la condanna del Regno Unito del pattugliamento lassista sulle spiagge francesi dove i migranti stanno lanciando barche nel disperato tentativo di raggiungere la Gran Bretagna.

    I forti venti portati nel Regno Unito dalla tempesta Arwen dovrebbero inizialmente essere in Scozia, ma il flusso del tempo da nord si diffonderà più tardi verso sud attraverso la Manica.

    I meteorologi avvertono che la tempesta potrebbe causare interruzioni del viaggio insieme a danni agli edifici e agli alimentatori. Le grandi onde potrebbero anche vedere il materiale gettato sulle strade costiere, lungomare e proprietà.

    MailOnline ha rivelato ieri che le bande che stipano le persone su gommoni trappole mortali stanno tagliando il prezzo di 500 euro a persona per tenere le persone stipate dentro.

    Mohammad Aziz, 31, non si è più sentito parlare della sua chiamata frenetica a un collega curdo iracheno, Peshraw Aziz. Ha detto al Daily Mail la scorsa notte dal suo campo a Calais: “Era nel panico che la barca potesse affondare.’

    I due sopravvissuti alla tragedia sono stati nominati ieri sera sui social come Mohammed Khalid, dal Kurdistan, e Omer, dalla Somalia.

    Il marito devastato di una donna curda-iracheno temeva di essere tra i 27 i migranti annegati hanno raccontato di come il suo segnale GPS sia improvvisamente scomparso mentre seguiva il suo viaggio.

    Un amico ha mostrato un video di TikTok girato lunedì di Riaz e Share, di Jalalabad, indossando giubbotti di salvataggio sulla spiaggia mentre si preparavano per un precedente tentativo di viaggio in Inghilterra.

    Una donna incinta era tra i 27 chi è morto. I funzionari hanno detto che i morti inclusi 17 uomini, sette donne, due ragazzi e una ragazza.

    Ieri un volontario della scialuppa di salvataggio che ha aiutato a estrarre sei corpi dal mare mercoledì ha paragonato la scena orribile a un film catastrofico.

    Carlo Devos, chi è stato uno dei primi ad arrivare, disse: "Era un po' come nel film Titanic quando vedevi tutte queste persone tuffarsi nell'acqua, annegamento, senza mezzi per essere salvati.

    'Sfortunatamente, siamo riusciti solo a recuperare i morti.’

    Ha aggiunto: "Ho visto che la barca gonfiabile si era davvero sgonfiata". Era una valvola che si è allentata o ha colpito un oggetto?? Penso che sia successo a causa di un sovraccarico.

    'Non dimenticare, pensi che il mare sia calmo - il mare non è calmo perché è quasi sempre mosso.’

    Il signor Devos ha detto: ‘Siamo passati accanto a un gommone completamente sgonfio. Quel poco d'aria rimasto lo teneva a galla.

    'Non so se c'erano bambini, ma abbiamo raccolto [il corpo di] una donna incinta e un giovane che era in giro 18 o 20.’

    La guardia costiera francese ha rilasciato una registrazione straziante della chiamata Mayday fatta dopo che il gommone è stato avvistato galleggiare vuoto sette miglia al largo di Calais.

    I soccorritori hanno scattato una foto scioccante del fragile gommone, descritto come poco più idoneo alla navigazione di una piscina per bambini..

    Migranti in un campo nella zona di Grand-Synthe vicino a Dunkerque, Francia, dove le condizioni sono spaventose

    Migranti in un campo nella zona di Grand-Synthe vicino a Dunkerque, Francia, dove le condizioni sono spaventose

    Condizioni di gelo e vento in Francia oggi tra i timori che ulteriori morti sono inevitabili a causa del maltempo e delle tempeste invernali

    Condizioni di gelo e vento in Francia oggi tra i timori che ulteriori morti sono inevitabili a causa del maltempo e delle tempeste invernali

    Trafficanti di esseri umani e come vengono perseguiti in Francia

    Di Peter Allen a Parigi per MailOnline

    La polizia francese sta ancora dando la caccia ai trafficanti di esseri umani dietro la tragedia di mercoledì – ma nel curriculum del paese ci sono poche speranze che vengano mai catturati.

    Cinque presunti contrabbandieri sono stati arrestati al confine con il Belgio poco dopo il capovolgimento del gommone nella Manica, uccidendo 27 migranti a bordo.

    Ma giovedì i pubblici ministeri di Lille hanno affermato che non esiste un "collegamento dimostrabile"’ tra i sospetti e quest'ultimo disastro.

    La Francia ha un triste primato di catturare le bande di contrabbando con il sangue sulle mani che incassano la marea della miseria umana – e anche quando lo fanno gli autori ricevono condanne ridicole. Nessun trafficante è mai stato condannato per omicidio o omicidio colposo.

    "L'inchiesta su questi presunti contrabbandieri è stata originariamente condotta dai pubblici ministeri di Dunkerque", ma è stato trasferito a Lille,’ ha detto una fonte investigativa.

    "Le prime indagini non si collegano alla tragedia di Calais",’ la fonte ha aggiunto, senza espandersi ulteriormente.

    Questo nonostante il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin avesse rivelato in precedenza che almeno uno dei sospetti aveva acquistato piccoli gommoni dalla Germania e che tutti erano "direttamente collegati’ agli annegamenti.

    Ha indicato "organizzazioni mafiose" altamente organizzate’ che spesso operano fuori dai paesi vicini come la Gran Bretagna, Belgio e Germania.

    Da gennaio 1, i francesi hanno arrestato 1500 sospetti trafficanti di persone, ma molti vengono assolti, oppure ricevere frasi relativamente minori.

    Le indagini sui trafficanti di persone sono di solito svolte da OCRIES, il ramo della polizia francese che si occupa dell'immigrazione clandestina.

    Lavorano con altre organizzazioni di polizia in tutto il mondo per cercare di identificare e poi distruggere le reti di contrabbando.

    Un tipico caso di contrabbando di persone a luglio è finito con Faramez Shero, 38, essere condannato a un solo anno di carcere, soggetto a ricorso.

    Il siriano è stato intercettato con una barca di sei uomini e 39 giubbotti di salvataggio su una spiaggia francese nota come luogo di lancio per i migranti.

    Era uno delle centinaia di criminali che quest'anno si sono recati nell'area di Calais per incassare il commercio illegale di merci umane.

    Molti dei presunti trafficanti sono migranti stessi che stanno guadagnando migliaia con il commercio.

    Shero è stato arrestato a luglio 9 quando i gendarmi sulla spiaggia di Oye, tra Calais e Dunkerque, l'ho trovato con un gommone e una dozzina di giubbotti di salvataggio.

    La barca attaccata all'auto di Shero immatricolata in Germania è stata progettata per sei persone, ma aveva 39 giubbotti di salvataggio al suo interno.

    Un esame del telefono di Shero ha anche rivelato che aveva effettuato brevi viaggi regolari in Francia dalla Germania, dove viveva con la moglie incinta e tre figli.

    "Ha detto che era in Francia per il giro turistico",’ ha detto la fonte della polizia. ‘Chiesto perché avesse bisogno di una barca, ha detto che gli era stato chiesto da un amico di trasportare alcune attrezzature ai pescatori in Francia.’

    L'equivalente di circa £ 500 in contanti è stato trovato su Shero, chi ha detto: “Ho prelevato dei contanti prima di lasciare la Germania perché non volevo usare la mia carta bancomat in un paese straniero.’

    La polizia non è rimasta convinta, così è stato inviato per un processo accelerato presso il tribunale penale di Saint-Omer, dove è stato condannato per "assistenza al contrabbando di persone".

    Shero ha detto alla corte: “Non assisterei al contrabbando di denaro perché ci sono persone che sono morte in mare.’

    Oltre l'anno in prigione, Shero è stato bandito dal territorio francese per un massimo di un anno.

    Annuncio pubblicitario

    Gli unici due sopravvissuti all'orrore - un iracheno e un somalo - avrebbero riferito alla polizia francese che il gommone è stato colpito da una nave portacontainer che ha perforato il suo sottile scafo di gomma e ha affondato la nave.

    Sono stati la scorsa notte in terapia intensiva in ospedale affetti da ipotermia.

    La notte scorsa, Il signor Aziz ha raccontato al Mail della sua ultima conversazione con il suo amico Mohammad un'ora prima dell'affondamento.

    Il paio, entrambi dalla città settentrionale irachena di Ranya, si erano incontrati in un campo vicino a Dunkerque mentre aspettavano di attraversare la Manica. Entrambi erano entrati in Europa attraverso la Bielorussia.

    signor Aziz, 30, disse: 'Mohammad ha deciso di tentare la fortuna. Ma mi ha telefonato in preda al panico e ha confessato che si chiedeva se avesse preso la decisione giusta.

    'Mi ha detto che 'non va bene', pensava che il motore non fosse abbastanza potente, ed era preoccupato che la barca potesse affondare, 'Non so se ce la faremo'. Quella è stata l'ultima volta che l'ho sentito.’

    Le autorità francesi non hanno diffuso i nomi delle vittime e non ci sono conferme se Mohammad Aziz sia tra i morti.

    I funzionari hanno informato ieri che la barca trasportava curdi dal nord dell'Iraq insieme a migranti dall'Afghanistan e dall'Iran. Avevano vissuto nei campi, dormivano alla stazione ferroviaria di Calais e – la notte prima del tentativo di traversata – si erano nascosti nei pressi di un canale.

    ad un triste, campo disseminato di rifiuti vicino a Dunkerque, altri afghani hanno raccontato al Mail dei loro timori per i loro amici scomparsi. Riferendosi a Riaz e Share Mohammed, uno ha detto: "Hanno cercato di passare tre giorni fa", poi hanno riprovato ieri (mercoledì) – e da allora non li abbiamo più sentiti.’

    Hanno detto che i giovani scomparsi erano stati in una festa fino a... 100 che partì in tre gommoni. Ancora, non ci sono state conferme ufficiali sul fatto che i loro amici siano tra le vittime, sono arrivati ​​sani e salvi nel Regno Unito o sono stati arrestati dai francesi.

    Un migrante nel campo, Hassan, 30, da Kabul, è stato rifiutato l'asilo in Gran Bretagna a luglio 2012 ma ora sta cercando di tornare. Egli ha detto: "I miei amici Palowan e Shinai erano sulla stessa barca. Mi hanno lasciato due messaggi l'altro giorno, uno al mattino e uno alla sera, chiedendomi di unirmi a loro.’

    Ha rivelato che gli afgani hanno descritto i tentativi di attraversare i confini illegalmente come "The Game", e detto: 'Shinai continuava a chiamarmi dicendo, "Vieni il gioco". non sono andato.

    ‘Non ho più sentito – e penso che siano morti. Ma continuerò a provare comunque. Avevano cercato di attraversare molte volte. L'Inghilterra è così vicina.’

    Fonti hanno riferito al Mail come una dottoressa sia stata ridotta in lacrime quando si è confrontata con i cadaveri disposti in un hangar presso il deposito di Quai Paul a Calais.

    Nessuna delle vittime avrebbe portato con sé passaporti o altri documenti: una tattica spesso utilizzata perché rende più difficile il ritorno dei migranti nei paesi di origine.

    Anna Richel, dalla carità francese Utopia 56, che lavora a stretto contatto con i migranti a Dunkerque e Calais, disse: “I migranti non attraversano mai la Manica con le carte d'identità, quindi potrebbero volerci settimane per identificare ufficialmente coloro che sono morti.’

    I migranti a Calais hanno detto a MailOnline di essere più determinati che mai a raggiungere il Regno Unito nonostante 27 persone che stanno affogando ieri attraversando la Manica – mentre i trafficanti di esseri umani tagliavano i loro prezzi per riempire i loro gommoni trappole mortali in Gran Bretagna.

    Persone che affermano di provenire da Iran, Iraq, Siria e Afghanistan dire che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover con una dichiarazione: 'Non abbiamo una vita. Vogliamo vivere come te nel Regno Unito'.

    Coloro che sono ancora disposti a rischiare la vita nel mare agitato di novembre hanno rivelato che anche le loro barche economiche erano esplose al largo della costa, ma furono salvati dalle acque francesi prima che qualcuno annegasse. La tragedia di ieri ha visto squarciare i contrabbandieri 500 euro di sconto sul prezzo di un viaggio di sola andata nel Kent.

    È arrivata come la prima foto del gommone condannato che si è sgonfiato appena al largo della costa di Francia è emerso quando la polizia francese ancora una volta non è riuscita a fermarsi 50 migranti che ieri hanno attraversato la Manica diretti in Gran Bretagna. 17 uomini, sette donne – una delle quali era incinta – e tre bambini sono morti ieri.

    Cinque persone sono state arrestate in Francia per il 27 deceduti, compreso un uomo trattenuto durante la notte alla guida di un veicolo targato tedesco pieno di gommoni gonfiabili, anche se non c'è "nessun collegamento dimostrabile"’ con l'affondamento, secondo i pubblici ministeri, nonostante il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin insistesse che tutti erano "direttamente collegati"’ agli annegamenti.

    Migliaia di migranti sono nella regione di Calais sperando di arrivare nel Regno Unito entro Natale, e parlando in Francia, un programmatore di computer curdo chiamato Kochar, 25, ha detto a MailOnline: "Non fermerà le persone dal voler venire in Inghilterra". Tutto nella vita è un rischio, e vale un grosso rischio per arrivare in Inghilterra'.

    Un altro curdo iracheno chiamato Aram, 41, disse: "Ci sono alcune persone che saranno scoraggiate se pensano che moriranno", ma la maggior parte delle persone non ha scelta. Dobbiamo cercare di arrivare in Inghilterra.

    'Prenderò una barca qualche volta. Potrebbe essere questa settimana o potrebbe essere la prossima. Ho ricevuto una chiamata dal mio amico che mi ha parlato delle persone che erano morte. Non ne conoscevo nessuno.’

    I migranti hanno raccontato come i trafficanti di persone senza cuore abbiano tagliato i loro prezzi per un posto in una barca di fronte 500 euro da quando la notizia della tragedia è arrivata alle persone che vivono in campi di fortuna intorno a Grandy-Synthe vicino a Dunkerque.

    Chi sperava in una nuova vita nel Regno Unito ha detto a MailOnline che la tariffa per un posto in un gommone aperto era stata ridotta da 2,500 euro a 2,000 euro.

    Kochar ha detto: 'La scorsa settimana stava costando 2,500 euro per ottenere un posto. Ma ieri sera ho sentito che era stato scontato da 500 euro. Sembra che il prezzo sia diminuito a causa di queste persone che sono morte. I trafficanti di persone sono preoccupati di perdere affari, quindi vogliono fare un affare migliore'.

    Aram ha detto: 'Ho sentito che il prezzo era sceso. Ascolti messaggi da tutti. Sono contento che sia successo. È ancora troppo costoso.’

    La polizia di Calais ha arrestato un certo numero di migranti che indossavano giubbotti di salvataggio dopo averli rimossi da un autobus prima che tentassero di attraversare il Regno Unito

    La polizia di Calais ha arrestato un certo numero di migranti che indossavano giubbotti di salvataggio dopo averli rimossi da un autobus prima che tentassero di attraversare il Regno Unito

    Migranti si sono accampati su una linea ferroviaria a Grande-Synthe, vicino a Calais, dopo che la polizia ha distrutto il loro campo precedente

    Migranti si sono accampati su una linea ferroviaria a Grande-Synthe, vicino a Calais, dopo che la polizia ha distrutto il loro campo precedente

    Ha pagato 2,500 euro per raggiungere la Germania dal Kurdistan attraverso la rotta attraverso la Bielorussia, e un altro 500 euro per arrivare in Francia.

    MailOnline ha parlato con un altro gruppo di una mezza dozzina di migranti curdi iracheni che hanno raccontato di come si sono avvicinati alla morte dopo che il loro gommone sovraffollato ha fatto una falla nella Manica, e furono gettati nell'acqua gelida

    Hanno detto che avevano pagato 2,500 euro a testa per essere tra 52 passeggeri stipati in una barca che ha lasciato una spiaggia vicino a Dunkerque lo scorso venerdì sera.

    Il gruppo che si trovava in una pensilina dell'autobus per sfuggire alla pioggia battente fuori da un supermercato Auchan, hanno detto di aver trascorso quattro ore in barca in mare prima che il disastro si abbattesse nell'oscurità.

    Uno di loro, uno studente chiamato Ali, 22, imitava il sibilo dell'aria che fuoriusciva mentre la barca si sgonfiava improvvisamente.

    Egli ha detto: 'L'aria è uscita e siamo atterrati tutti in acqua. Faceva così freddo e pensavamo di morire. Fortunatamente tutti avevano i giubbotti di salvataggio, quindi abbiamo galleggiato. Siamo stati in acqua per circa 15 minuti e la gente piangeva prima che una barca francese ci salvasse.

    "A bordo della barca avevamo cinque bambini piccoli e sei donne". Era una situazione molto pericolosa ed eravamo tutti terrorizzati, ma siamo stati riportati qui.

    "È triste che siano morte delle persone", ma ora vogliamo riprovare. Potrebbe essere tra uno o due giorni o più. Proprio adesso, il tempo è troppo brutto per andare.’

    Il "fragile"’ e ‘molto fragile’ il gommone grigio è stato fotografato da un capitano di una scialuppa di salvataggio che è arrivato ieri pomeriggio e ha trovato corpi che galleggiavano nell'acqua al largo di Calais nella peggiore tragedia di migranti nella storia anglo-francese.

    Due sopravvissuti, un iracheno e un somalo, hanno detto alla polizia che il loro gommone mal costruito è stato colpito da una nave portacontainer, perforando il suo sottile scafo di gomma e prendendo dozzine di vite.

    E mentre Emmanuel Macron è stato invitato a prendere una decisione, La polizia francese ancora una volta non è riuscita a fermare un gruppo di richiedenti asilo che attraversavano la Manica su due barche in condizioni agitate questa mattina. Sono stati portati tremanti in una gelida Dover dall'RNLI all'alba.

    Piccoli gruppi di ufficiali sono stati visti pattugliare le spiagge vicino a Calais questa mattina, ma ancora una volta non sono riusciti a impedire a dozzine di partire per il Regno Unito a bordo di gommoni tra le affermazioni in Gran Bretagna secondo cui i francesi erano rimasti con le mani in mano come 17 uomini, sette donne – una delle quali era incinta – e tre bambini sono morti ieri.

    Boris Johnson, Sig Macron e i loro ministri dovrebbero tenere più colloqui oggi poiché il Primo Ministro ha insistito sul fatto che gli stivali britannici sono necessari sul campo in Francia per impedire alle bande di schiavi malvagi di "farla franca con l'omicidio".

    Mentre le relazioni tra Regno Unito e Francia diventano sempre più tese, Il ministro di Macron responsabile della crisi, Gerald Darmanin, oggi ha incolpato la Gran Bretagna per la crisi e ha affermato che ai migranti è stato promesso "Eldorado in Inghilterra"’ dai trafficanti di persone per la sua serie di vantaggi e "attraenti"’ mercato del lavoro.

    Si dice che Macron abbia ignorato la rinnovata offerta di aiuto con le pattuglie durante la sua telefonata con il Primo Ministro ieri sera con il presidente francese, che insiste che non permetterà che la Manica "si trasformi in un cimitero", nuovamente accusato dai critici di aver concesso un'amarezza per la Brexit per la sua incapacità di affrontare i trafficanti di migranti.

    Parlando durante un viaggio in Croazia questa mattina, Macron risponde ai critici che affermano che la Francia non sta facendo abbastanza. Ha detto che la polizia ha "lavorato giorno e notte"’ dall'inizio della crisi per fermare le barche – e non ne ho mai avuti di più’ ufficiali che pattugliano la costa. Ha detto 'la nostra mobilitazione è totale per quanto mi riguarda'.

    Il ministro degli interni francese Darmanin dovrebbe parlare con il suo omologo, Il ministro dell'Interno Priti Patel, questo pomeriggio.

    Egli ha detto: "La colpa è dell'attrattiva della Gran Bretagna", compreso il suo mercato del lavoro. Tutti sanno che ci sono fino a 1.2 milioni di migranti clandestini nel Regno Unito e imprenditori inglesi usano quella forza lavoro per produrre cose che vengono consumate dagli inglesi”.

    Ha detto alla rete radiofonica francese RTL che i contrabbandieri sono "criminali", persone che sfruttano la miseria degli altri, di donne e bambini – c'erano donne incinte, bambini morti ieri su quella barca… e per poche migliaia di euro gli promettono 'Eldorado in Inghilterra'.

    E ora per il tunnel sotto la Manica: Pescatori francesi militanti bloccano i camion a Calais dopo aver chiuso il porto lasciando i traghetti intrappolati e bloccando la nave da carico in Bretagna nel giorno della protesta per le licenze di pesca

    Oggi i pescatori francesi militanti hanno bloccato l'ingresso dei camion nel tunnel sotto la Manica, poche ore dopo la chiusura del porto di Calais e la riattivazione della fila di pesca tra Regno Unito e Francia bloccando una nave mercantile britannica al largo della Bretagna.

    Usando dozzine di auto e furgoni e una grande bombola di fumo fluttuante, i pescatori stanno attualmente bloccando l'accesso al tunnel tra Folkestone e Calais dal lato francese. La protesta, il terzo dal pescatore francese oggi, dovrebbe durare circa due ore.

    Arriva poche ore dopo che i movimenti di spedizione nel porto di Calais sono stati fermati da sei pescherecci francesi che si muovevano in modo irregolare dentro e intorno al porto, costringendo le compagnie di traghetti e merci alla sospensione delle operazioni.

    Una foto mostra una nave Irish Ferries ormeggiata nel porto durante la protesta, ma l'azienda non ha segnalato ritardi o cancellazioni ai propri servizi.

    P&O nel frattempo ha sospeso tutti i suoi movimenti di spedizione in entrata e in uscita dal porto fino alle 13:30 ora locale, mentre l'azienda di trasporti DFDS ha avvertito di 75 minuti di ritardo.

    Tuttavia, la polizia francese e le navi militari sono state rapidamente schierate per sgomberare i pescherecci dal porto, con la protesta che si conclude entro un'ora.

    Prima, I pescherecci francesi avevano circondato la nave mercantile britannica, il mercante di Normandia, fuori Saint-Malo, iniziando una nuova escalation nella fila di pesca Regno Unito-Francia.

    I pescatori affermano che il blocco è una protesta contro quelle che affermano essere mosse delle autorità in Londra e Jersey per negare le licenze per pescare nelle acque britanniche in base a un accordo post-Brexit.

    La protesta di Saint-Malo di questa mattina – che da allora si è conclusa con il rilascio del Normandy Trader – e la chiusura di Calais rischia di riaccendere una disputa tra Downing Street e l'Eliseo su un sistema di mutua licenza per i pescherecci.

    Arriva anche in mezzo a un'altra polemica tra il Regno Unito e la Francia sulla migrazione attraverso il canale, con la Francia che oggi annulla i colloqui con Downing Street – che si terrà dopo 27 richiedenti asilo morti nella Manica all'inizio di questa settimana – dopo che Emmanuel Macron si è offeso per la lettera pubblica di Boris Johnson che descriveva in dettaglio un piano in cinque punti per prevenire un'altra tragedia.

    Usando diverse dozzine di auto e furgoni, i pescatori stanno bloccando l'accesso al tunnel tra Folkestone e Calais dal lato francese in una protesta che dovrebbe durare circa due ore

    Usando diverse dozzine di auto e furgoni, i pescatori stanno bloccando l'accesso al tunnel tra Folkestone e Calais dal lato francese in una protesta che dovrebbe durare circa due ore

    Auto e camion vengono fermati mentre i pescatori francesi bloccano l'ingresso dell'Euro Tunnel, a Coquelles, Francia settentrionale

    Auto e camion vengono fermati mentre i pescatori francesi bloccano l'ingresso dell'Euro Tunnel, a Coquelles, Francia settentrionale

    I pescatori francesi militanti hanno chiuso oggi il porto di Calais dopo aver riacceso la fila di pesca tra Regno Unito e Francia bloccando una nave mercantile britannica al largo della costa della Bretagna

    I pescatori francesi militanti hanno chiuso oggi il porto di Calais dopo aver riacceso la fila di pesca tra Regno Unito e Francia bloccando una nave mercantile britannica al largo della costa della Bretagna

    Un pescatore francese su un peschereccio tiene un razzo durante un'azione per bloccare il porto di Calais durante una giornata di proteste per sottolineare la loro rabbia per la questione delle licenze di pesca post-Brexit

    Un pescatore francese su un peschereccio tiene un razzo durante un'azione per bloccare il porto di Calais durante una giornata di proteste per sottolineare la loro rabbia per la questione delle licenze di pesca post-Brexit

    I diritti della pesca hanno perseguitato i colloqui sulla Brexit per anni, non per la sua importanza economica ma per il suo significato politico sia per Macron che per il primo ministro britannico Boris Johnson.

    I diritti della pesca hanno perseguitato i colloqui sulla Brexit per anni, non per la sua importanza economica ma per il suo significato politico sia per Macron che per il primo ministro britannico Boris Johnson.

    Almeno sei navi francesi (contrassegnato in arancione) oggi si può vedere muoversi in modo irregolare all'interno del porto, costringendo le compagnie di traghetti e merci a sospendere tutte le partenze

    Almeno sei navi francesi (contrassegnato in arancione) oggi si può vedere muoversi in modo irregolare all'interno del porto, costringendo le compagnie di traghetti e merci a sospendere tutte le partenze

    Un localizzatore di navi mostra stamattina uno dei pescherecci francesi in movimento intorno al porto di Calais, che ha costretto alla sospensione dei movimenti di spedizione

    Un localizzatore di navi mostra stamattina uno dei pescherecci francesi in movimento intorno al porto di Calais, che ha costretto alla sospensione dei movimenti di spedizione

    P&O afferma di aver sospeso tutti i suoi movimenti di spedizione in entrata e in uscita dal porto fino alle 13:30 ora locale, mentre DFDS ha avvertito di 75 minuti di ritardo

    P&O afferma di aver sospeso tutti i suoi movimenti di spedizione in entrata e in uscita dal porto fino alle 13:30 ora locale, mentre DFDS ha avvertito di 75 minuti di ritardo

    In un preludio ad un'azione più drammatica prevista per oggi, Questa mattina pescherecci francesi hanno circondato un'imbarcazione britannica fuori Saint-Malo

    In un preludio ad un'azione più drammatica prevista per oggi, Questa mattina pescherecci francesi hanno circondato un'imbarcazione britannica fuori Saint-Malo

    I pescatori francesi sventolando razzi rossi hanno riacceso oggi la fila di pesca tra Regno Unito e Francia bloccando una barca britannica al di fuori di un porto della Bretagna

    I pescatori francesi sventolando razzi rossi hanno riacceso oggi la fila di pesca tra Regno Unito e Francia bloccando una barca britannica al di fuori di un porto della Bretagna

    I pescatori affermano che il blocco è una protesta contro quelle che affermano essere le mosse delle autorità di Londra e Jersey per negare le licenze per pescare nelle acque britanniche in base a un accordo post-Brexit

    I pescatori affermano che il blocco è una protesta contro quelle che affermano essere le mosse delle autorità di Londra e Jersey per negare le licenze per pescare nelle acque britanniche in base a un accordo post-Brexit

    I pescatori francesi bloccano la barca "Normandy Trader" all'ingresso del porto di Saint-Malo mentre iniziavano una giornata di proteste per sottolineare la loro rabbia sulla questione delle licenze di pesca post-Brexit

    I pescatori francesi bloccano il "Commerciante della Normandia"’ barca all'ingresso del porto di Saint-Malo mentre iniziavano una giornata di proteste per sottolineare la loro rabbia sulla questione delle licenze di pesca post-Brexit

    Parigi dice Londra e l'Isola del Canale di Jersey, una dipendenza della corona britannica, non rispettano l'accordo e decine di licenze per operare nelle loro acque costiere sono dovute ai pescatori francesi. Ma Downing Street insiste che sta rispettando gli accordi post-Brexit

    Parigi dice Londra e l'Isola del Canale di Jersey, una dipendenza della corona britannica, non rispettano l'accordo e decine di licenze per operare nelle loro acque costiere sono dovute ai pescatori francesi. Ma Downing Street insiste che sta rispettando gli accordi post-Brexit

    La protesta di questa mattina a Saint-Malo e la più ampia azione più a est lungo la costa francese rischiano di riaccendere una disputa tra Downing Street e l'Eliseo su un sistema di licenze reciproche per i pescherecci

    La protesta di questa mattina a Saint-Malo e la più ampia azione più a est lungo la costa francese rischiano di riaccendere una disputa tra Downing Street e l'Eliseo su un sistema di licenze reciproche per i pescherecci

    Il Regno Unito e la Francia hanno concordato di istituire un sistema di licenze per concedere ai pescherecci l'accesso alle acque reciproche a seguito della Brexit.

    Parigi dice Londra e l'Isola del Canale di Jersey, una dipendenza della corona britannica, non rispettano l'accordo e decine di licenze per operare nelle loro acque costiere sono dovute ai pescatori francesi.

    Ma Downing Street insiste che sta rispettando gli accordi post-Brexit.

    Lo scorso mese, in una grande escalation della fila, Funzionari francesi hanno sequestrato una draga per capesante britannica al largo della costa settentrionale con l'accusa di operare senza un permesso legittimo.

    In seguito rilasciarono la nave tra le proteste dei pescatori e delle autorità britanniche. Entrambi i paesi hanno anche quest'anno inviato pattugliatori nelle acque al largo del Jersey.

    Il presidente Emmanuel Macron ha accusato la Gran Bretagna di spingere la pazienza del suo paese e ha affermato che il governo non avrebbe ceduto nella disputa.

    I diritti della pesca hanno perseguitato i colloqui sulla Brexit per anni, non per la sua importanza economica ma per il suo significato politico sia per Macron che per il primo ministro britannico Boris Johnson.

    Oggi i pescatori francesi dovrebbero bloccare i traghetti e le merci dirette nel Regno Unito diretti al tunnel sotto la Manica oggi in un'ulteriore escalation nella fila sulle licenze di pesca post-Brexit.

    Descrivere l'azione come un "colpo di avvertimento", Il presidente della commissione nazionale francese per la pesca, Gerard Romiti, ha affermato che il traffico dei traghetti sarà bloccato a Saint-Malo, Porti di Ouistreham e Calais e traffico merci nel tunnel sotto la Manica.

    Il blocco durerà per diverse ore, Egli ha detto. In risposta, Il governo britannico ha dichiarato giovedì di essere "deluso"’ dalla minaccia.

    'Non vogliamo elemosine, rivogliamo solo le nostre licenze. Il Regno Unito deve rispettare l'accordo post-Brexit. Troppi pescatori sono ancora all'oscuro,’ disse Romiti.

    'Abbiamo aspettato con il fiato sospeso per 11 mesi. La pazienza dei professionisti ha dei limiti. Speriamo che questo colpo di avvertimento venga ascoltato,’ Egli ha detto, rifiutando di escludere ulteriori azioni in futuro.

    Rispondere alla minaccia, Il portavoce del primo ministro Boris Johnson ha detto ai giornalisti: "Siamo delusi dalle minacce di attività di protesta".

    "Spetterà ai francesi garantire che non vi siano azioni illegali e che il commercio non sia pregiudicato",’ Egli ha detto. «Continuiamo a monitorare da vicino la situazione.’

    La minaccia arriva dopo il Unione europea impostare un dicembre 10 scadenza per il Regno Unito per risolvere il peggioramento della controversia post-Brexit con Francia oltre le licenze di pesca.

    Il capo della pesca dell'UE, Virginijus Sinkevicius, ha fatto la richiesta durante un incontro con il Segretario per l'Ambiente George Eustice di mercoledì.

    La Francia aveva minacciato di vietare alle navi britanniche di scaricare il pescato nei porti francesi e di sottoporre a ispezioni tutte le importazioni britanniche.

    Il presidente Emmanuel Macron ha poi affermato che la Francia non avrebbe imposto le misure per dare una possibilità al dialogo, ma i funzionari francesi hanno insistito sul fatto che tutte le opzioni rimangono sul tavolo.

    Nel frattempo, Macron è rimasto umiliato dopo che il Belgio ha snobbato le sue aperture per sostenere Parigi nella disputa con la Gran Bretagna.

    La Francia aveva minacciato di vietare alle navi britanniche di scaricare il pescato nei porti francesi e di sottoporre a ispezioni tutte le importazioni britanniche

    La Francia aveva minacciato di vietare alle navi britanniche di scaricare il pescato nei porti francesi e di sottoporre a ispezioni tutte le importazioni britanniche

    Il presidente Emmanuel Macron ha accusato la Gran Bretagna di spingere la pazienza del suo paese e ha affermato che il governo non avrebbe ceduto nella disputa

    Il presidente Emmanuel Macron ha accusato la Gran Bretagna di spingere la pazienza del suo paese e ha affermato che il governo non avrebbe ceduto nella disputa

    La mossa è una protesta contro quelle che dicono i pescatori francesi sono le mosse delle autorità di Londra e Jersey per negare le licenze per pescare nelle acque britanniche nell'ambito di un accordo post-Brexit

    La mossa è una protesta contro quelle che dicono i pescatori francesi sono le mosse delle autorità di Londra e Jersey per negare le licenze per pescare nelle acque britanniche nell'ambito di un accordo post-Brexit

    I pescatori francesi bloccano i traghetti e le merci dirette nel Regno Unito verso il tunnel sotto la Manica

    Oggi i pescatori francesi bloccheranno i traghetti e le merci dirette nel Regno Unito diretti al tunnel sotto la Manica n un'ulteriore escalation nella fila sulle licenze di pesca post-Brexit.

    Descrivere l'azione come un "colpo di avvertimento", Il presidente della commissione nazionale francese per la pesca, Gerard Romiti, ha affermato che il traffico dei traghetti sarà bloccato a Saint-Malo, Porti di Ouistreham e Calais e traffico merci nel tunnel sotto la Manica.

    Il blocco durerà per diverse ore, Egli ha detto.

    In risposta, Il governo britannico ha dichiarato giovedì di essere "deluso"’ dalla minaccia.

    Annuncio pubblicitario

    Macron ha inviato ministri a Bruxelles questa settimana come parte dei suoi sforzi per costruire sostegno per la sua posizione e per punire il Regno Unito per il litigio..

    Ma FranciaIl primo ministro Jean Castex e il ministro per l'Europa Clement Beaune sono stati respinti dalle loro controparti belghe.

    Il problema ha contribuito a far crescere le tensioni post-Brexit tra Londra e Parigi, la cui relazione sarà ora messa alla prova anche dalla loro risposta al disastro migratorio di mercoledì nella Manica che è costato 27 vite.

    Le tensioni sulla disputa sulla pesca sono persino sfociate in un breve stallo navale a maggio, quando dozzine di pescherecci francesi si sono ammassati davanti al porto di Saint Helier di Jersey.

    La discussione in corso è incentrata sul rilascio di licenze di pesca ai pescherecci da traino dell'UE per lavorare nelle acque britanniche.

    I termini dell'accordo Brexit impongono che le barche debbano essere in grado di dimostrare, utilizzando i dati GPS, che lavoravano nelle acque prima della separazione del Regno Unito da Bruxelles.

    La Francia ha accusato il Regno Unito di non aver concesso licenze a tutte le navi ammissibili, ma la Gran Bretagna ha affermato che alcune barche non sono state in grado di dimostrare le loro affermazioni con i dati e pertanto le loro domande sono state respinte.

    I colloqui sulla questione rimangono in corso tra il Regno Unito, Francia e Commissione europea ma i pescatori francesi sono 'esasperati'’ dai "mesi infiniti di attesa"’ e hanno minacciato di intraprendere azioni dirompenti.

    I ministri del Regno Unito hanno chiesto assicurazioni a Parigi che il commercio non sarà interessato dopo che i capi di pesca francesi hanno segnalato che potrebbero bloccare Calais e altri porti per fermare le esportazioni nel Regno Unito.

    "Ai migranti viene detto che devono attraversare"… altrimenti saranno fucilati': In un lugubre campo a Dunkerque, famiglie e bambini si stanno ancora preparando a salire a bordo di barche fragili. SUE REID espone l'efficienza spietata che guida il commercio mortale

    Fuochi tremolanti accalcati intorno per riscaldarsi o accovacciati sotto tende fragili, ecco dove aspettano.

    Uomini, donne e bambini dalla faccia infangata alla disperata ricerca di una nuova vita – così disperata, infatti, sono pronti a rischiare tutto per ottenerlo.

    Da quando la polizia francese ha distrutto il grande campo nel sobborgo di Dunkerque, Grande Synthe, la scorsa settimana, la loro casa è stata un campo di fortuna vicino a una linea ferroviaria in disuso.

    Lì i migranti si riparano come possono dalla pioggia, freddo e sporco, imperterrito dal fare quel viaggio nel Regno Unito nonostante la notizia scioccante che 27 mercoledì sono state uccise persone mentre cercavano di attraversare la Manica su un gommone.

    Un curdo iracheno che si chiama Karzan Khadir, 31, dice che non ha esitazioni a continuare a cercare di attraversare la Manica in qualsiasi fragile gommone fornito dal suo contrabbandiere di persone.

    'Ho provato 11 volte finora,’ lui dice. 'Tante volte il motore si è rotto sulla barca.

    "Ci abbiamo provato lo stesso giorno in cui la barca è affondata". Siamo stati in mare per quattro ore, 14 di noi, aspettando che gli inglesi vengano a prenderci.

    "Ma nessun britannico o francese è venuto ad aiutarci, quindi siamo tornati a Calais all'una di notte".. Faceva molto freddo.

    'Ma continuerò a provare. Se non entro quest'anno, Ci riproverò l'anno prossimo, è molto pericoloso ma siamo obbligati a riprovarci.’

    Da quando la polizia francese ha distrutto il grande campo nel sobborgo di Dunkerque, Grande Synthe, la scorsa settimana, la casa del migrante è stata un campo di fortuna vicino a una linea ferroviaria in disuso

    Da quando la polizia francese ha distrutto il grande campo nel sobborgo di Dunkerque, Grande Synthe, la scorsa settimana, la casa del migrante è stata un campo di fortuna vicino a una linea ferroviaria in disuso

    Persone che affermano di provenire dall'Iran , Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Persone che affermano di provenire dall'Iran , Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Pericoloso è un eufemismo. Ieri burrasca ha spazzato la Manica, con raffiche di vento fino a 40mph e onde che raggiungono un'altezza di 12 piedi.

    Accoppia questo con la difficile situazione delle centinaia di migranti sfollati dall'azione della polizia, e tu hai una ricetta per il disastro.

    "Le migliaia di migranti in Francia sono in uno stato di isteria collettiva",’ dice una fonte nella zona. Perché altrimenti metteresti i tuoi bambini e i tuoi piccoli su un gommone per navigare? 21 miglia attraverso un mare letale? Sono come lemming che cadono da una scogliera.

    'Quando raggiungeranno la Francia, sono esausti, non stanno pensando in modo chiaro. Non possono tornare indietro, solo avanti.

    “Vedono altri migranti che raggiungono con successo la Gran Bretagna a centinaia e vogliono subito fare lo stesso.’

    Questo li rende ricchi per i trafficanti di esseri umani che sanno di poter addebitare qualsiasi cifra da £ 3.000 a £ 6.000 a testa per le traversate pericolose. E se qualcuno ha dei ripensamenti, i trafficanti hanno modi per cambiare idea.

    Più volte ho sentito dire che questi criminali in stile mafioso, che hanno un totale disprezzo per il benessere dei migranti, puntate le pistole alla testa di chiunque temesse di salire su una barca. Più posti occupano su una nave, più soldi fanno.

    Lì i migranti si riparano come possono dalla pioggia, freddo e sporco, imperterrito dal fare quel viaggio nel Regno Unito nonostante la notizia scioccante che 27 mercoledì sono state uccise persone mentre cercavano di attraversare la Manica su un gommone

    Lì i migranti si riparano come possono dalla pioggia, freddo e sporco, imperterrito dal fare quel viaggio nel Regno Unito nonostante la notizia scioccante che 27 mercoledì sono state uccise persone mentre cercavano di attraversare la Manica su un gommone

    Uomini, donne e bambini dalla faccia infangata a Dunkerque alla disperata ricerca di una nuova vita così disperata, infatti, sono pronti a rischiare tutto per ottenerlo

    Uomini, donne e bambini dalla faccia infangata a Dunkerque alla disperata ricerca di una nuova vita – così disperata, infatti, sono pronti a rischiare tutto per ottenerlo

    'Ho visto di persona le gang’ le forze dell'ordine minacciano i migranti sulle spiagge di notte per farli entrare e partire,’ un iracheno sulla quarantina, che fino a poco tempo fa viveva nei campi di Dunkerque e Calais, detto ieri.

    Ora si stabilì in Olanda dopo aver ottenuto l'asilo, Ha aggiunto: 'Dicono al migrante 'devi andare', altrimenti sarai fucilato'. Ho assistito a queste brutali minacce anche contro padri e madri con le loro giovani famiglie. Alzano i fucili come per sparare in aria se c'è un segno di ammutinamento.’

    Le bande di trafficanti sovrintendono allo spettacolo con brutale efficienza. Portano i migranti e le barche sulla costa nord francese, da tutta Europa e non solo, in un'operazione in stile militare che, come dice un'altra fonte, è "una meraviglia da vedere".

    Con centinaia di "corridori"’ e tentacoli che risalgono al confine turco e iracheno, ci sono cinque bande principali che organizzano e controllano le traversate in barca.

    Sono gestiti da curdi iracheni sotto il controllo di Mr Bigs della stessa eredità etnica che sono stati arricchiti e vivono in belle proprietà in alcune parti dell'UE e nelle città britanniche da Londra a Newcastle. 'Tutti i vertici delle bande hanno la cittadinanza europea o britannica, un retaggio di una lunga immigrazione in Occidente,’ ha detto ieri un informatore dell'intelligence britannica.

    "Una banda si chiama con il nome di una città nel Kurdistan iracheno e i suoi uomini di spicco hanno ancora interessi commerciali e famiglie allargate lì. Visitano regolarmente questa città, volare fuori dall'Europa e dalla Gran Bretagna in prima classe, e sono orgogliosi delle loro radici lì.’

    Persone che affermano di provenire dall'Iran, Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Persone che affermano di provenire dall'Iran, Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Bande di trafficanti di esseri umani sono state autorizzate a radicarsi sulla costa settentrionale della Francia per più di 20 anni

    Bande di trafficanti di esseri umani sono state autorizzate a radicarsi sulla costa settentrionale della Francia per più di 20 anni

    Incredibilmente, alcuni degli oscuri Mr Big hanno il coraggio di visitare di persona i centri di migrazione di Calais e Dunkerque. Ma rimangono sotto copertura quando lo fanno, fingendosi migranti loro stessi. Uno prende regolarmente la residenza in una tenda all'interno di un campo di Calais vicino all'ospedale della città. È cittadino UE e ha una casa nel nord Italia.

    'Fa il suo lavoro nel campo per guadagnare la fiducia dei migranti, per fargli credere che sia uno di loro, per stimolare il commercio dicendo che le gite in barca per la Gran Bretagna sono facili e sicure,’ ci viene detto.

    Le bande non solo puntano le armi sui migranti sulle spiagge. Sono spesso rivolti ai loro avversari. Un mese fa, due bande di trafficanti si sono incontrate vicino a Dunkerque dopo una lite su chi controllasse cosa, e come sarebbe stato condiviso il loro bottino.

    Durante il brouhaha, un trafficante è stato colpito quattro volte alla gamba da un altro di una banda rivale. I migranti lo sapevano, alcuni l'hanno visto accadere. Ma c'è un rigoroso codice del silenzio qui.

    Quando un ragazzo è stato colpito alla testa da un trafficante di recente, miracolosamente, è sopravvissuto senza gravi lesioni – la sua famiglia non si è lamentata pubblicamente e la notizia non è uscita dai campi. I migranti hanno troppa paura delle bande per dire qualcosa a qualcuno. Tutto quello che vogliono è un posto su una barca per la Gran Bretagna. 'Sanno se parlano, potrebbero essere morti e chi lo saprebbe?’ fa notare un altro dei nostri informatori.

    Nel frattempo, i gangster operano in base alla stretta necessità di sapere. Usano soprannomi e nomi in codice, che vengono cambiati regolarmente, come i loro numeri di cellulare.

    Molti hanno più cellulari, utilizzare Signal e altri sistemi di messaggistica crittografati, e rendere le loro comunicazioni ancora più sicure utilizzando i propri dialetti curdo e iracheno.

    Migranti in un nuovo campo a Grand-Synthe vicino a Dunkerque, Francia questo pomeriggio, un giorno dopo 27 migranti annegati nel tentativo di raggiungere il Regno Unito

    Migranti in un nuovo campo a Grand-Synthe vicino a Dunkerque, Francia questo pomeriggio, un giorno dopo 27 migranti annegati nel tentativo di raggiungere il Regno Unito

    Migranti in un nuovo campo a Grand-Synthe vicino a Dunkerque. Questa mattina piccoli gruppi di agenti sono stati visti pattugliare le spiagge vicino a Calais, ma ancora una volta non sono riusciti a impedire a decine di persone di partire per il Regno Unito in gommoni

    Migranti in un nuovo campo a Grand-Synthe vicino a Dunkerque. Questa mattina piccoli gruppi di agenti sono stati visti pattugliare le spiagge vicino a Calais, ma ancora una volta non sono riusciti a impedire a decine di persone di partire per il Regno Unito in gommoni

    Di conseguenza, i "corridori"’ portare i migranti alle spiagge non conoscono l'identità degli uomini che dirigono le loro attività. E anche quelli più in alto nella catena non possono nominare Mr Bigs.

    Ma l'incessante richiesta di attraversamenti e il richiamo di denaro ha fatto tagliare le scorciatoie ai trafficanti questo autunno.

    Le barche stanno diventando più grandi per poter caricare più migranti. Sono anche più fragili e fatti a buon mercato poiché le fabbriche turche li sfornano nel tentativo di soddisfare gli ordini delle bande..

    Questa settimana tra le centinaia che hanno raggiunto la costa del Kent c'erano intere famiglie su fragili giganteschi gonfiabili verde scuro senza montanti metallici sulle basi per tenerli insieme. Come ha detto in modo così memorabile il ministro degli interni francese Gerald Darmanin del gommone su cui viaggiavano le vittime di mercoledì: 'Era come un [pagaiare] piscina che fai esplodere nel tuo giardino.’

    Le bande non avrebbero voluto annegare questa settimana perché se i migranti hanno paura di attraversare la Manica non va bene per gli affari. Eppure i profitti hanno sempre la meglio sulla sicurezza della barca, anche se porta alla morte dei loro stessi connazionali.

    E il denaro compra il silenzio sulla costa nord della Francia. Mi viene regolarmente raccontato di manroveri che volano in giro per assicurarsi che le autorità francesi chiudano gli occhi sugli incroci. Una fonte ha detto ieri: "Ho visto la polizia francese condividere tè e birre in un caffè a Dunkerque, che è il luogo d'incontro preferito dai trafficanti’ runner che vendono posti barca e spingono in mare i migranti.

    “Ho visto la polizia e i corridori chiacchierare e ridere come vecchi amici.’

    Il fatto è che le bande sono state autorizzate a radicarsi sulla costa nord francese per più di 20 anni.

    Persone che affermano di provenire dall'Iran , Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Persone che affermano di provenire dall'Iran , Iraq , Siria e Afghanistan dicono che la possibilità di stabilirsi nel Regno Unito vale la pena affrontare il pericolo di morire arrivando a Dover

    Fino a 2016, mettono i migranti sui traghetti nel retro dei camion. Questo commercio continua e si pensa che molte centinaia di persone all'anno raggiungano il Regno Unito in questo modo. Ma cinque anni fa iniziarono ad arrivare le barche. All'inizio era un po' di punteggio, poi qualche centinaio, annualmente. Quest'anno il totale dovrebbe superare 30,000, con il Ministero degli Interni che requisisce hotel in tutto il paese, a caro prezzo per il contribuente, per ospitare i nuovi arrivati.

    Molti migranti buttano via i loro documenti di identità quando sono in vista della costa del Kent e stanno per essere prelevati da navi o scialuppe di salvataggio delle forze di frontiera. Questo è, Dopotutto, cosa ordinano loro di fare i trafficanti.

    Significa, per esempio, che i pakistani, che difficilmente otterranno asilo poiché provengono da un paese relativamente stabile, possono affermare di essere siriani in fuga da una zona di guerra, che miglioreranno notevolmente le loro possibilità.

    In qualunque modo la guardi, i trafficanti stanno vincendo. Nonostante gli orribili annegamenti, più migranti sono arrivati ​​la scorsa notte sulla costa settentrionale della Francia da tutta Europa sperando di ottenere una barca per la Gran Bretagna.

    Sembrerebbe che questa sia una crisi senza fine del gioco in vista.

    I commenti sono chiusi.